Incendio a Fraginesi, il Sindaco: “Scenario di guerra: cittadini intossicati dal fumo”. Avviata bonifica. FOTO

4974

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Come accade ormai da mesi, il giorno dopo si contano i danni degli incendi che colpiscono il territorio di Castellammare del Golfo. Ieri, in contrada Fraginesi, zona passo Sataro/Acqualavite, sono stati parecchi i danni a case e strade. Diverse le abitazioni evacuate e tantissimi animali domestici morti carbonizzati oltre a tre cittadini intossicati dal fumo che hanno ricevuto le cure dal personale della Croce Rossa. Distrutto anche un piccolo rifugio per cani privato, morti all’interno del terreno molti cani salvati dalla strada.

«Abbiamo avviato un censimento per rilevare tutti i danni causati dall’incendio che ieri pomeriggio ha interessato la zona di Fraginesi in zona Passo Sataro, contrada Acqualavite  – spiega il Sindaco Coppola – bruciando diversi ettari di macchia mediterranea. Stiamo verificando l’entità dei gravissimi danni subiti ed invitiamo i cittadini a segnalarli negli uffici municipali così da avere un quadro quanto più preciso e dettagliato possibile.

Ho predisposto un’ordinanza di bonifica – continua il Sindaco Nicolò Coppola – di tutte le strade in zona Fraginesi interessate dall’incendio di ieri -spiega il sindaco Nicolò Coppola-. Occorre ripulirle da sterpaglie e canneti bruciati e rimasti sui luoghi. Si tratta dell’ulteriore gravissimo incendio subito nel nostro territorio in questa estate che ricorderemo tristemente e che ha causato gravissimi danni molti dei quali irreparabili. Le fiamme, spente con l’ausilio di un canadair, hanno pericolosamente lambito le villette evacuate e irraggiungibili poiché è stato necessario chiudere la strada di accesso alla zona. Ci sono stati intossicati dal fumo, tra i quali un anziano, una bombola del gas esplosa, animali domestici morti, almeno tre edifici distrutti dalle fiamme. Momenti di paura, un vero scenario di guerra. Ancora una volta ringrazio vigili del fuoco, forestale, protezione civile, polizia municipale e la Croce rossa che ha garantito l’assistenza sanitaria con un’ambulanza sul posto”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteScontro sulla radioterapia
Articolo successivoA Salemi piazzale Peppino Impastato