Prevenzione rischio sismico

2313

Castelvetrano, i commissari approvano la delibera

L’ordinanza della protezione civile è del maggio del 2016. Ma era rimasta dimenticata. Impone l’adozione di provvedimenti per la prevenzione del rischio sismico. Castelvetrano è tra le città particolarmente interessate, i report degli istituti di sismologia continuano infatti ad indicare la Valle del Belice come uno dei territori a rischio terremoti. Sono previsti contributi per l’attuazione di interventi di messa in sicurezza da parte dei privati, fondi che la Regione potrà elargire in base ad una graduatoria e dopo l’acquisizione dei progetti da parte del Comune. L’amministrazione comunale retta dai commissari nominati dal Governo dopo lo scioglimento per inquinamento mafioso degli organi amministrativi, lo scorso 19 luglio ha approvato l’avviso pubblico per la raccolta delle proposte progettuali. Destinatari i proprietari di abitazioni e anche di esercizi commerciali. Il termine della presentazione delle domande scadrà fra 60 giorni, dalla data di pubblicazione dell’avviso. Possono essere presentate domande sia per il miglioramento antisismico sia per interventi di demolizione e ricostruzione. L’avviso contiene la tabella per l’attribuzione dei fondi, per le voci “rafforzamento locale”, “miglioramento sismico”, e “demolizione e ricostruzione”. Non c’è dubbio che si tratta di una iniziativa parecchio importante che punta al risanamento edilizio del territorio, che presenta parecchie fragilità.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteNuova vetrina di gioielli
Articolo successivo“Impiegare più uomini e mezzi a prevenzione delle aree risparmiate dal fuoco”