Alcamo Marina, cani da salvataggio della Sics salvano ragazzo in difficoltà

8378

“I due cani, Kyra e Teo hanno tratto in salvo un ragazzo in grave difficoltà a causa di un malore in mare”

ALCAMO. Alle ore 12:00 circa di ieri sulla spiaggia di Alcamo Marina due cani da salvataggio della SICS (Scuola Italiana Cani Salvataggio) hanno salvato un ragazzo di 28 anni, G.C. di Messina ma residente a Palermo, in grave difficoltà in mare colpito da improvvisi crampi muscolari.
“Il ragazzo – spiegano gli uomini della SICS contattati telefonicamente da  Alqamah.it – era in grave difficoltà a causa di un malore a circa 100 metri dalla riva, le sue grida di aiuto hanno richiamato alcuni bagnanti che, a loro volta, si sono precipitati ad avvertire le Unità Cinofile della Scuola Italiana Cani Salvataggio che prestano servizio sulla stessa spiaggia poco più a nord”.

Gli operatori della SICS hanno raggiunto di corsa il luogo dell’incidente e hanno inviato i due cani da salvataggio in aiuto del giovane. I due cani da salvataggio, attraverso le speciali imbragature dotate di maniglie, hanno sostenuto il giovane fino a riportarlo sano e salvo a riva, dove è stato soccorso senza la necessità di ricovero.

Gli eroi a 4 zampe sono due fantastici labrador Kyra e Teo. Teo, 2 anni, era alla sua prima uscita operativa, ma grazie al suo addestramento è riuscito a lavorare in perfetta sinergia con la sua “collega” Kyra, portando a termine il salvataggio sotto gli sguardi attoniti dell’intera spiaggia.

I cani da salvataggio sono operativi ad Alcamo Marina dal primo week-end di luglio il sabato e la domenica con delle unità cinofile che variano dalle 4 alle 6. Gli eroi a 4 zampe sorvegliano tutta la spiaggia di Alcamo Marina fino alla zona di Castellammare pronti ad ogni intervento. Le unità cinofile di salvataggio sono ancora poche in Italia e nella zona del trapanese Alcamo Marina è il primo caso.

“Siamo operativi da poco ma la presenza dei cani salvataggi non è passata inosservata. Quello di ieri – spiegano ad Alqamah.it – è il primo salvataggio nella acque di Alcamo Marina. Il giovane fortunatamente è stato portato a riva sano e salvo dai nostri due labrador.”

“La presenza delle Unità Cinofile SICS sulla spiaggia di Alcamo Marina – spiegano – è frutto di un accordo tra la Scuola Italiana cani Salvataggio e la locale Amministrazione Comunale, che prevede il dislocamento di 4 Unità Cinofile sui tratti di spiaggia libera di maggiore affluenza, si tratta di un importante contributo alla sicurezza balneare del territorio, coordinato direttamente dalla Capitaneria di Porto di Castellammare del Golfo. Le Unità Cinofile della Scuola Italiana cani Salvataggio rappresentano un’eccellenza tutta italiana, dato che attraverso i suoi 350 operatori Cinofili è la più grande organizzazione mondiale ad occuparsi della formazione di cani da salvataggio nautico”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Schiamazzi notturni e problemi di ordine pubblico” nel centro storico di Castellammare, la denuncia di due associazioni
Articolo successivoL’estate alle Orestiadi 2017 inizia tra gli applausi per Peppe Servillo. Stasera “La Tragedia di Macbeth”
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.