Sciortino azzera la Giunta comunale di Calatafimi Segesta

1246

Il sindaco di Calatafimi Segesta, il Dott. Vito Sciortino ha stamane, con propria Determinazione Sindacale – Azzerato la Giunta Comunale    avocando sé le deleghe, nelle more della nomina dei componenti della nuova Giunta Comunale.

Di fatto così vengono revocati gli incarichi di Assessore Comunale e Vice Sindaco conferiti alla Sig.ra Caterina Verghetti; di Assessore Comunale conferito al Sig. Pietro Cannizzaro; di Assessore Comunale conferito al Sig. Gioacchino Tobia (nominati nel giugno del 2014) e di Assessore Comunale conferito al Sig. Aldo Marchingiglio (quest’ultima nomina avvenuta il 19 giugno 2015 dopo le dimissioni da parte dell’Assessore  Rosario Vivona).

La decisione è stata presa  sottolinea il sindaco Vito Sciortinodopo aver valutato la necessità di ridare impulso all’azione amministrativa, rafforzare la rappresentatività dell’organo esecutivo stante l’intervenuta decadenza del Consiglio Comunale ed implementare il perseguimento degli obiettivi strategici contenuti nel programma di manda”.

Il Sindaco Vito Sciortino, ringrazia gli Assessori – “per l’impegno, la dedizione e l’abnegazione espressi nello svolgimento delle attività istituzionali afferenti le attribuzioni loro conferite”.

Copia del provvedimento è stata inviata agli interessati; al Commissario Straordinario con i poteri del Consiglio Comunale, all’Assessorato Regionale alle AA.LL. e Funzione Pubblica, alla Prefettura UTG di Trapani, al Segretario Comunale ed ai Responsabili di Settore.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDonatori di organi anche nella nuova Carta d’Identità elettronica. Un atto di grande umanità e fratellanza.
Articolo successivoAd Alcamo informazione e formazione sulla diagnosi precoce della dislessia
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.