“Ultima la Luce” di Gaia Manzini al Collegio dei Gesuiti di Alcamo

1685

Oggi 12 Aprile alle ore 18,00 nell’Auditorium Collegio dei Gesuiti sarà presentato il libro “ULTIMA LA LUCE” di Gaia Manzini. A parlare del libro sarà la stessa autrice con la professoressa Sandra Narici.

Questo evento fa parte della rassegna Letteraria “La Fidapa invita a leggere”, realizzata dalla Sezione di Alcamo dell’Associazione Fidapa e curata da Vito Lanzarone.

Ivano è un uomo come tanti. Per tutta la vita ha cercato di costruire la sua felicità e ha sempre creduto di esserci riuscito. Il lavoro di ingegnere, una bella famiglia: un piccolo capolavoro di stabilità, proprio come le dighe che ha progettato in ogni parte del mondo. Finché Sofia, sua moglie, viene a mancare. Decide allora di partire per Santo Domingo, dove il fratello si è ritirato dopo anni di lavoro nella finanza. Riconsiderandoli a distanza, molti fatti e persone della sua vita gli appaiono diversi da quello che ha sempre creduto. Prima tra tutti sua moglie, un enigma affascinante e indisponente, nonostante quarant’anni di vita insieme. E poi la figlia Anna, rimasta a Milano: reticente, ostile, asserragliata in una vita che il padre non ha mai compreso. Quello che Ivano scoprirà riguardo al passato finirà per rompere gli argini in cui la sua esistenza è trascorsa tranquilla.

Con una lingua duttile, una scrittura mobile in cui ci si immerge come nell’acqua – limpida, avvolgente, misteriosa –, Gaia Manzini racconta le illusioni intorno alle quali creiamo la nostra felicità e dà voce a una generazione che negli anni del Boom si è costruita un’idea luminosa di futuro a costo di rifiutare le proprie radici, lasciando dei conti in sospeso. Ma Ultima la luce è anche la storia di un tempo di mezzo, dell’attesa di un nuovo ordine delle cose: una famiglia si è disgregata, una nuova famiglia sta per nascere. Il passato è alle spalle, davanti c’è solo la luce.

Gaia Manzini è nata a Milano e vive a Roma. Ha esordito nel 2009 con la raccolta di racconti Nudo di famiglia (Fandango, finalista premio Chiara). Nel 2012 ha pubblicato il romanzo La scomparsa di Lauren Armstrong (Fandango, selezione premio Strega e finalista premio Rieti) e nel 2014 Diario di una mamma in pappa (Laterza), un viaggio sentimentale tra le rocambolesche avventure della maternità.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn nuovo acquedotto
Articolo successivo“Pasqua in fiore” dal 13 a l 16 aprile a Castellammare del Golfo