TH Alcamo batte la capolista Ragusa

1317

Th Alcamo – Crazy Reusia Rg  26 – 24 Pt (11- 10)

Importante vittoria per la Th Alcamo che al Nuovo Palaverga batte , più di quanto dica il risultato finale , la capolista Ragusa e ritrova finalmente i tre punti in casa dopo ben cinque sconfitte consecutive.
Alcamo  ritrova Vincenzo Randes, assente contro il Mascalucia ma e’ ancora  Privo di Matteo Guinci , alle prese con una fastidiisa sinusite ,  ha dovuto faticare non poco nei primi 10 minuti di partita , con ansia ed errori , dovuti più ai timori reverenziali al cospetto del portiere Italo argentino Anzaldo , che ad un avversario ampiamente alla portata di Scire’ e compagni.
Così con il suo giocatore simbolo fuori per i primi 8 minuti ,  in panchina per preservare energie preziose , Ragusa va avanti , fino a toccare il massimo vantaggio.
Perché appena trovata la prima rete della partita dai sette metri con Fagone, Alcamo piazza un micidiale Break di 6 – 1 , che al 20° in pratica ha ribaltato il Match.
Doppia marcatura ad uomo su Scire’ e Vincenzo Randes, con Fagone ,Grizzo e Lipari che riescono ad attaccare gli spazi lasciati dalla difesa predisposta dal tecnico Ibleo Russo.
Si andrà avanti per alcuni minuti sul massimo equilibrio , con Ragusa che in attacco ha faticare a penetra la sei zero alcamese,  con i soli D’Alberti e Raniolo capaci di infastidire seriamente la difesa della Th Alcamo.
Nove pari al 25° , Alcamo allunga sul 11 – 9 , con Scire’ e Fagone, ma sciupa prima la palla del più tre , per poi subire il gol su tiro dai sette metri del solito D’Alberti che manda le squadre al riposo sul 11 – 10 per la Th Alcamo.
Pronti via , Ragusa pareggia ,sarà l’ultima volta perché Alcamo mette la freccia, al 46° Scire’ mette dentro il pallone del 20 – 16 ,con Scaglione protagonista di almeno un paio di interventi di grande livello, che aiutano la Th Alcamo a volare sul più cinque , prima 22 – 17 nonostante gli errori dai sette metri di Fagone e Vincenzo Randes.
Alla fine saranno tre i rigori sbagliati dalla Th Alcamo, mentre ,in casa Ragusa il cecchino D’Alberti ne sprechera’  uno sul 24 – 19 ,per Alcamo.
Partita che sembra messa in cassaforte per la formazione alcamese, ma quando mancano ancora 4 minuti e 30 secondi alla fine del match , sul punteggio di 25 – 20 per Alcamo e un gol annullato per una invasione inesistente a Scire’ dagli arbitri ,  Ragusa si gioca la carta del marcamento ad uomo a tutto campo , che in due minuti porta ad un Break di 0 – 3 , in favore della formazione Iblea.
25 – 23 , quando mancano 2 minuti e 20 secondi, una vita in queste condizioni, con palle perse e tiri sbagliati a tu per tu con Anzaldo da parte dei giocatori di Benedetto Randes.
Alla fine Lipari mette dentro la palla del più tre , che di fatto chiude il match, prima che il solito D’Alberti dai sette metri chiuda la partita sul 26 – 24 .
Vittoria strameritata per Alcamo , che sabato sarà in trasferta con il Cus Palermo, per un match che metterà al cospetto due formazioni in salute e che vogliono chiudere al meglio questo campionato.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePizzolungo, l’impegno che diventa festa
Articolo successivoDE GUSTIBUS NON DISPUTANDUM EST, la replica della Proprietà della Tonnara