L’Associazione Antiracket e Antiusura Alcamese apre la sua sede: “Uno sportello di ascolto per i cittadini”

2446

ALCAMO. L’Associazione Antiracket e Antiusura Alcamese comunica l’apertura della sede ai cittadini come sportello di ascolto.

“Dopo il cambio dello statuto (che ha sancito l’incompatibilità di socio con qualsiasi carica politica elettiva e non), la sospensione dei soci che non partecipano alle assemblee e soprattutto con  l’assegnazione, da parte del Comune di Alcamo, della sede in un bene confiscato alla mafia sito in Via XI Febbraio nr. 5, continua l’opera di rinnovamento dell’Associazione Antiracket e Antiusura Alcamese”.

“L’associazione, – si legge in un comunicato – che vuole essere sempre a fianco delle vittime del Racket e dell’Usura, comunica l’apertura di uno sportello di ascolto presso la sede di via XI febbraio n°5”.

Lo sportello sarà aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 17.00 alle 19.00 e il sabato dalle ore 10.00 alle 12.00. Per contattare e scrivere all’associazione è già attivo l’indirizzo e-mail ass.antiracketalcamo@gmail.it.

“L’Associazione Antiracket e Antiusura Alcamese – spiega il Presidente Vincenzo Lucchese – garantisce ogni forma di assistenza alle vittime, dall’accompagnamento fin dal primo momento della denuncia alla tutela legale nelle varie fasi processuali e vuole costituire un’importante possibilità per piccoli e medi imprenditori, commercianti e privati cittadini di diventare parte di un progetto morale di lotta contro racket, usura ed ogni forma di illegalità.

Per questo motivo uno degli obiettivi principali di questa Associazione, è quello di indicare la strada della rivolta a tutti gli imprenditori vittime di condizionamenti mafiosi e della criminalità.

Ora più che mai invitiamo i cittadini a ribellarsi, perché come dimostrano i successi ottenuti dalla Magistratura e dalle Forze di Polizia, anche con l’ultima operazione denominata “freezer”, la denuncia paga e le vittime sono sempre più intenzionate a reagire”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Donne per la pace”. I bambini del plesso Crispi di Castellammare saranno premiati dal Presidente Mattarella
Articolo successivoLettera ai Prefetti d’Italia per far coincidere la data dell’Elezioni con il Referendum