Aggredito un infermiere al Presidio ospedaliero di Alcamo. Nota di solidarietà di Motisi e Milazzo.

10661

Pronto soccorso alcamoALCAMO – Attraverso una nota indirizzata ai responsabili del P.O. di Alcamo ed ai vertici aziendali dell’ASP Trapani, il Segretario Aziendale CGIL FP del P.O. Diego Motisi ed il Segretario Generale Enzo Milazzo hanno espresso massima solidarietà ad un infermiere aggredito all’ospedale di Alcamo lo scorso 26 gennaio.

“Esprimiamo la massima solidarietà ad un infermiere Antonio Benenati, vergognosamente aggredito prima verbalmente e poi fisicamente la mattina del 26 u.s., mentre espletava la propria attività lavorativa al Pronto Soccorso del nosocomio alcamese. Solo l’intervento di un altro collega (generosamente accorso), nell’immediato, ha scongiurato un epilogo più infelice. Per l’episodio il medico in servizio al reparto ha allertato il 112, che ha inviato un’unità mobile.”

Nella nota i segretari chiedono all’azienda “un provvedimento a tutela del personale e dell’utenza medesima, per arginare la prepotenza degli utenti facinorosi che andando in escandescenza trovano nell’aggressione verbale e fisica una naturale valvola di sfogo. Questo reiterato verificarsi di eventi destabilizza il regolare svolgersi dell’attività lavorativa, mortificando i dipendenti e l’immagine dell’azienda. Ciò espone inoltre i pazienti bisognosi all’interruzione di prestazione assistenziale (che per alcuni può rivelarsi fatale)”.

 

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteQuattro giorni di dolcezza: la festa del cioccolato fa tappa a Castellammare.
Articolo successivoGruppo 6 Gdo: domani sit in davanti la Prefettura di Trapani dei lavoratori dell’ ex Gruppo 6 Gdo
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.