Disagi all’Allmayer di Alcamo. Guasto di una caldaia.

5322

allmayer-scuola-protesta-2Questa mattina gli alunni del liceo “Vito Fazio Allmayer” di Alcamo, a causa di un guasto alla caldaia si sono riuniti in una protesta.I ragazzi appurando la situazione, non piacevole, sono usciti dall’edificio per manifestare la loro contrarietà. In un primo momento la manifestazione si è svolta davanti la sede succursale della scuola, in viale Europa, per poi spostarsi nella sede centrale, per chiedere un colloquio con il Preside. Il guasto sembrerebbe esser collegato al malfunzionamento della caldaia, a quanto pare “guasta” già da ieri. Sul posto sono intervenute anche le forze dell’ordine tra cui: Carabinieri e Polizia Municipale, i quali hanno preso i nominativi dei rappresentanti di classe. Successivamente gli alunni si sono riuniti per decidere lo scioglimento della manifestazione.
I rappresentanti degli alunni hanno fatto sapere che il timer e altri due componenti della caldaia sono stati ordinati, quindi da domani si dovrebbe ritornare a scuola, salvo imprevisti.

Abbiamo raggiunto il Preside Picciché per una dichiarazione: “Ieri abbiamo avuto comunicazione e ricevuto i rappresentati degli alunni che hanno segnalato un malfunzionamento della caldaia del Plesso di Viale Europa. Immediatamente ci siamo attivati chiamando il caldaista che ieri mattina stesso ha messo in funzione la caldaia. Tutt la questione sembrava risolta ed i ragazzi stessi avevano avuto modo di costatare l’attivazione della caldaia.
Sfortunatamente stamani la caldaia era stata accesa ma si spegneva in continuazione. Abbiamo chiamato nuovamente il caldaista che è intervenuto nuovamente e confidiamo che il problema tecnico sia stato risolto.
Purtroppo, nonostante l’immediatezza degli interventi, di cui i rappresentanti di istituto sono consapevoli, e nonostante che questi abbiano comunicato ai compagni la prontezza della nostra azione, gli alunni hanno ritenuto di occupare la sede centrale dell’istituto per protesta”.

“Abbiamo assolto e continueremo ad assolvere al nostro ruolo educativo – continua Picciché – provando a spiegare che se qualcosa si rompe e si interviene prontamente (in giornata stesso) occorre avere il buon senso di attendere lo strettissimo tempo necessario che il guasto venga aggiustato.
Detto questo mi preme dire che abbiamo una utenza meravigliosa. Purtroppo quando le masse vengono messe in moto, la ragione può soccombere dinanzi all’agitazione.
Insomma occorre chiedersi dove sta andando la nostra società, nella quale la regola sta diventando l’aggressività a discapito dei minimi elementi essenziali di civiltà”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIn Sicilia Alunni, anche i più piccolini, al freddo in alcune scuole. Allarme dell’Associazione Codici.
Articolo successivoAssociazione Strada del Vino Alcamo D.O.C., le ragioni del SI e quelle del No in Consiglio Comunale
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.