Aggiudicato definitivamente il bene confiscato alla mafia Papirolandia

2033

papirolandia (1)CASTELLAMMARE DEL GOLFO. È stato aggiudicato definitivamente il bene confiscato alla mafia di Guidaloca Papirolanda.

Il bene, entrato a far parte del patrimonio del Comune di Castellammare del Golfo nel 2004, oggi si trova ancora in uno stato di totale abbandono ed utilizzato, in passato, addirittura come deposito per sedie sdraio e ombrelloni da alcuni privati.

Dopo la revoca della concessione all’associazione “Jus Vitae Onlus” di Padre Antonio Garau del 13 maggio 2015, lo scorso luglio è stato assegnato all’associazione temporanea di scopo composta dalla capofila cooperativa sociale Trinacria Elix di Calatafimi–Segesta e dalle cooperative sociali Migma, di Bagheria e Mediria di Lentini.

Oggi, con una determina del Comune di Castellammare del Golfo, dopo il parere favorevole della Prefettura di Trapani che ha svolto gli accertamenti del caso,  è stato definitivamente assegnato e affidato in concessione d’uso a titolo gratuito. In settimana la giunta comunale incontrerà i rappresentanti delle associazioni per la consegna ufficiale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“CastellammareSi” sulla vicenda Tonnara di Scopello: “Dalla maggioranza uno spettacolo indecoroso”
Articolo successivoRinvio a giudizio per gli imputati dell’Operazione antimafia “Cemento del Golfo”
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.