Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adoloscenza

1609

locandina-giornata-infanziaIl 20 novembre si celebra la “Giornata Internazionale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza” per ricordare il giorno in cui l’Assemblea Generale e delle Nazioni Unite adottò nel 1989 la Convenzione ONU sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, documento che esprime i diritti fondamentali (il diritto alla vita, alla famiglia, alla salute, alla protezione da ogni forma di violenza, abuso, sfruttamento, ad esprimere la propria opinione e ad essere ascoltati) che devono essere riconosciuti e garantiti a tutti i bambini e bambine del mondo, senza distinzione di razza, colore, sesso, lingua, religione.

“Ogni anno – afferma l’assessore ai servizi sociali del Comune di Alcamo, Nadia Saverino  – questa data serve a ricordare che, ancora oggi, molti bambini ed adolescenti, anche nel nostro Paese, sono vittime di violenze o abusi, sono discriminati, emarginati o vivono in condizioni di grave trascuratezza; l’impegno quotidiano, quindi, deve essere quello di garantire a tutti i bambini i loro diritti e le migliori condizioni di vita”.

Al riguardo, il Comune concede alla Frappè Animazione, il patrocinio gratuito per realizzare, il 19 novembre, presso il Centro Congressi Marconi, un incontro con i ragazzi delle quarte e quinte elementari, dalle ore 09.00 alle 13.00 attraverso animazione e giochi, alla presenza di un clown e una mascotte, con la presentazione di video e slide sui diritti dell’infanzia.

Nella stessa giornata ci sarà un incontro con gli adulti, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 e si svolgerà un convegno con la partecipazione di responsabili del “Telefono Azzurro” – “UNICEF” – “ROTARACT” ed altri associazioni di volontariato per sensibilizzare al rispetto e alla tutela dei bambini, assicurando loro le migliori condizioni di vita.

Fonte: Comunicato

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Alcamo, Zona a traffico limitato”, al via una Campagna di sensibilizzazione
Articolo successivo“Sperpero di denaro pubblico al Comune di Alcamo”