Minacce al Sostituto Procuratore di Trapani, Andrea Tarondo, e all’ispettore Croce Conigliaro del Corpo Forestale. Libera Trapani: “solidarietà e preoccupazione”.

2018

1454023265-0-libera-giambalvo-deve-dimettersi-non-puo-rappresentare-i-cittadiniI Soci del Coordinamento provinciale di Trapani dell’Associazione “LIBERA – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, che hanno saputo a mezzo stampa di nuove minacce di morte al Sostituto Procuratore di Trapani, Tarondo, all’Ispettore Conigliaro del Corpo Forestale dello Stato, hanno espresso la propria preoccupazione per le minacce e solidarietà in un comunicato.

Da sottolineare che queste minacce, “serie e circostanziate” ricevute da Tarondo e Conigliaro hanno indotto il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza della Prefettura di Trapani a confermare la scorta al Dr. Tarondo e ad assegnarne una all’Ispettore Conigliaro.

Nel comunicato di Libera Trapani si “esprime preoccupazione per il clima di intimidazioni e di discredito che negli ultimi periodi ha visto la Procura di Trapani protagonista di tali vili azioni. La Procura di Trapani, infatti, sta svolgendo importanti e delicate indagini sui rapporti tra Cosa Nostra e massonerie deviate”.

“Il Coordinamento dei soci volontari di Libera Trapani – continua il comunicato – si augura che vengano rafforzate il livello di sicurezza dei servitori dello Stato e dell’intera cittadinanza, e che vengano fornite idonee strumentazioni alle Forze dell’Ordine al fine di espletare il proprio lavoro per la tutela e la sicurezza de suoi Uomini e dei Cittadini”.

Infine nel comunicato si ribadisce: “I Soci dell’intero Coordinamento desiderano esprimere, senza indugi, stima, vicinanza e piena solidarietà al Dr. Tarondo, all’Ispettore Conigliaro, ai loro cari, e agli agenti delle Scorte”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIacp di Trapani: presentazione dei certificati necessari per la determinazione del canone 2017 entro il 31 ottobre
Articolo successivoSi appisola in spiaggia a Balestrate e subisce violenza. Denunciato un uomo.