Nuova consigliera a Castellammare del Golfo e composizione commissioni consiliari

2150

Prima a destra Brigida Di SimoneCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Sarà Brigida Di Simone a prendere il posto del consigliere comunale Giacomo Asaro, del gruppo politico “CastellammareSi” per vida delle dimissioni di quest’ultimo. Ieri, il presidente del consiglio comunale Domenico Bucca ha provveduto alla sostituzione con Brigida Di Simone.

Il nuovo consigliere comunale è la prima dei non eletti della lista di minoranza “CastellammareSi”: a Brigida Di Simone è stato augurato “buon lavoro” da parte del sindaco Nicolò Coppola e dalla sua giunta, dal presidente del consiglio comunale Domenico Bucca e dai consiglieri tutti.

Durante il consiglio si è anche preso atto della nuova composizione delle commissioni consiliari: la prima commissione, affari generali, statuto, trasparenza e vigilanza atti amministrativi…, è presieduta da Angelo Palmeri e composta da  Daniela Blunda, Laura Ancona, Ivano Motisi e Giuseppe Norfo; la seconda commissione, finanze, patrimonio, bilancio, personale, polizia municipale…, è formata da Giuseppe Norfo, Brigida Di Simone, Camillo Coppola, Giovanni Ciufia e Gaspare Canzoneri. Della terza commissione, suap, attività produttive, sviluppo economico, turismo, servizi sociali…, fanno parte Rosalba Cassarà, Stefano Cruciata, Giacomo Di Bartolo, Gaspare Canzoneri e Francesco Foderà. Della quarta e ultima commissione, urbanistica, infrastrutture, lavori pubblici, ambiente…, sono componenti: il presidente Vitalba Labita, Mario di Filippi, Giuseppe Cruciata, Mariano Maltese e Giovanni Ciufia.

Dovranno adesso essere eletti i presidenti della seconda e terza commissione poiché il regolamento prevede che facciano parte della minoranza. Il consiglio comunale ha anche approvato la modifica di due articoli del regolamento sull’imposta di soggiorno.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncendiata auto di un Consigliere Comunale di Campobello di Mazara. Solidarietà da Nino Oddo e partito
Articolo successivoUna sentenza amara che lascia tanti dubbi: per il Tar Sicilia l’accesso al mare della Tonnara di Scopello è privato