Cracchiolo(PD): ripristinare l’agibilità della scuola Pirandello e le attrezzature della scuola Lombardo Radice

3019

8I4D0019ALCAMO. L’inizio dell’ anno scolastico è alle porte e in alcune scuole alcamesi emergono diverse criticità. In proposito interviene, attraverso un’interrogazione consiliare, il consigliere comunale Filippo Cracchiolo che chiede all’amministrazione grillina quali sono le misure in atto per il ripristino dell’agibilità della Scuola “Luigi Pirandello”  e sulla carenza di attrezzature presso la scuola Primaria “Lombardo Radice”.

Nello specifico il plesso Pirandello, facente parte dell’istituto comprensivo “Pietro Maria Rocca”, versa in condizione di assoluta inagibilità per quanto riguarda le aule site al primo piano dell’edificio, stanze che ospiterebbero oltre cento bambini. Situazione diversa per la Scuola Primaria “Lombardo Radice” che si trova sprovvista, in una delle aule dell’istituto, di beni primari come banchi, sedie e altre attrezzature.

Nell’interrogazione il consigliere Cracchiolo evidenzia come il costo economico per superare queste criticità sia inferiore a diecimila euro e nella sua interrogazione consiliare chiede all’amministrazione come essa intenda adoperarsi  ai fini di una soluzione immediata delle problematiche in questione, nonché di conoscere come l’amministrazione intenda adoperarsi con riferimento alla situazione complessiva delle scuole di competenza comunale e non solo.

La campanella scolastica riprenderà a suonare il 14 Settembre e alunni, genitori e insegnanti, sperano che queste problematiche vengano risolte dall’amministrazione. Riuscire a superarle non rappresenta soltanto un dovere istituzionale ma anche morale.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn delitto davanti a trenta testimoni
Articolo successivoProgetto per il Sostegno di Inclusione Attiva anche ad Alcamo
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.