L’associazione Fiore Daphne torna con “Love Yourself”: Una sfilata di moda per combattere gli stereotipi

4136
12106765_552393094913872_4819640559950086691_n
Un momento della seconda edizione

CASTELLAMMARE DEL GOLFO. Torna il 31 luglio alle ore 21:00 all’Arena delle Rose “Love Yourself, una sfilata non per vedere ma per pensare” organizzata dall’associazione Fiore Daphne.

Giunta alla terza edizione “Love Yourself” si presenta come una sfilata di moda “particolare”; sarà un’occasione per affrontare temi importanti come la bulimia, l’anoressia e “soprattutto per combattere gli stereotipi e i preconcetti che “ammalano” la nostra società” – spiegano le organizzatrici. “Alla sfilata parteciperanno persone vere e uniche nella loro diversità che vogliono dire no ai giudizi e ai canoni estetici imposti da quest’epoca, in cui conta di più apparire che essere” – aggiungono.

La serata sarà presentata da Luisa Bàmbina e Roberta Maimone, rispettivamente presidente e vicepresidente dell’associazione Fiore Daphne, in collaborazione con Labart e la comunità “la forza”. La serata patrocinata dal Comune di Castellammare del Golfo è organizzata anche grazie al supporto di vari sponsor locali. “L’ingresso è gratuito … e anche i sorrisi.”love yourself

Per saperne di più vi invitiamo a leggere la nostra intervista a Luisa Bàmbina e a Roberta Maimone pubblicata in occasione della scorsa edizione (clicca qui). Per info Facebook: Associazione Fiore Daphne.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“La favola” delle Regie Trazzere di Sicilia. CAPITOLO IV – PARTE IV – Memoria sulle strade pubbliche di Sicilia di Carmelo Guerra (1784).
Articolo successivoControlli della Guardia Costiera di Mazara del Vallo, sanzione amministrativa e diffida
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.