Ancora fuoco in zona Bocca della Carrubba a Castellammare. “Situazione ancora critica”. Foto

3505

a52af704-4c15-4c96-9f2a-cae9c164bc0cCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Per tutto il giorno il fuoco ha divorato contrada Bocca della Carrubba. Soltanto in tarda serata è stato quasi interamente domato, grazie anche all’intervento di un Canadair  che è riuscito ad intervenire (foto in basso).

Resta ancora massima l’allerta nella zona bassa, proprio in via Bocca della Carrubba, vicino contrada Crociferi. Infatti in questi minuti le ultime lingue di fuoco stanno devastando gli alberi e la vegetazione a pochi metri dalle case vicino la strada.

DSCF4713 - Copia
Il Canadair intervenuto nel tardo pomeriggio

Sul posto, come in tutti gli altri casi, gli uomini dell’antincendio della forestale e i vigili del fuoco che stanno facendo il possibile per spegnere il fuoco. Tante persone si sono riversate in strada preoccupate; l’aria è quasi irrespirabile. Sul posto anche diverse pattuglie della Polizia Municipale. Presente anche il Sindaco Nicolò Coppola.

13423781_1118881714838780_8331303908530109845_n“La situazione è davvero critica e preoccupante, potrebbe degenerare da un momento all’altro” – dice qualcuno della forestale.

Il vento però adesso sembra soffiare con minore intensità. Ma intanto lascia dietro di sé una lunga scia di fuoco, cenere e distruzione in quella che è stata un altra ee338a9a-e2ee-4efb-b102-87ef0c8d683f“maledetta giornata di scirocco”.

13479248_1118893048170980_1756647196_n
foto scattata alle ore 01:40

13480336_1118890694837882_100940719_n

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteFiamme alte tra Magazzinazzi e spiaggia Plaia
Articolo successivoL’associazione “MODi” presenta “Cento passi ancora” di Salvo Vitale.
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.