Dr. Arnone: cosa fa lascia o raddoppia?

2251

Giovanni arnoneCi risiamo, oggi pomeriggio in Consiglio Comunale si parlerà di tasse, e torna lo spauracchio di un ennesimo aumento delle tasse comunali. Ma quanto è reale questo rischio? In teoria Imu e Tasi non dovrebbero subire aumenti, se stiamo a quanto detto qualche mese fa, quando a fine settembre 2015 il Commissario Arnone chiese agli alcamesi un sacrificio “solo” per il 2015.

In molti allora pensarono che, come al solito, una cattiva gestione della cosa pubblica l’avrebbe pagata come sempre “cappiddazzu” cioè: noi cittadini. Sempre in quel tempo, neanche così lontano, ci era stato detto in tutte le lingue del mondo Azteco compreso, che i margini di manovra erano veramente stretti. L’unico modo, per passare indenni queste strettoie evitando effetti disastrosi per il Comune, era quella di percorrere le famose “via delle tasche nostre” solo così avremmo risollevato le sorti della nostra Città.

Ad ogni modo, ci dissero di stare tranquilli perchè a partire da dicembre 2015/gennaio 2016, non si sarebbe piú parlato di aumento della tassazione ai cittadini ma di riduzione della spesa corrente servizio per servizio. Già la riduzione della spesa. Noi, a tal proposito, abbiamo l’impressione che molti cittadini alcamesi, abbiano iniziato a rispettare questo punto e… già da tempo, hanno cominciato a ridurre le spese correnti.
Adesso la palla torna nelle vostre mani. Noi la nostra parte l’abbiamo fatta come sempre, pagando le tasse, anche se con grandi difficoltà. A voi spetta il compito di riportare la tassazione Imu e Tasi ai livelli del 2014, così come spetta a voi, la riduzione delle spese correnti.
La nostre idee, sul Bilancio di Previsione 2016 che andrebbe presentato entro la fine di aprile, ci portano a pensare che molto probabilmente questa “patata bollente” passerà nelle mani del prossimo Sindaco di Alcamo e del nuovo Consiglio Comunale.
Questo ci riporta alla domanda iniziale: Dr. Arnone: lascia o raddoppia?

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteConsiglio comunale a Castellammare dopo il rinvio e nuove accuse di “ostruzionismo”
Articolo successivoComposta la segreteria dei giovani democratici della provincia di Trapani
Fulvio Catalanotto
Fulvio Catalanotto nasce in Sicilia, terra, secondo lui, al centro del mondo. Formatore ed esperto dei processi formativi con la passione per la comunicazione e l'informazione. È un ascoltatore cronico di Rosa Balistreri.