L’Ex Stabilimento Florio protagonista di recensioni, blogger e social

1050

ex stabilimento florio4L’ex Stabilimento Florio di Favignana, emblema del florido passato della tonnara, splendido esempio di archeologia industriale fondamentale per lo sviluppo dell’isola, attira sempre più turisti di ogni nazionalità. Testimoniano questo successo circa 2000 le recensioni indipendenti lasciate su Tripadvisor da parte dei visitatori, in più la struttura si trova al primo posto nella sezione “Cose da fare a Favignana” e al primo posto della classifica sui 254 musei in Sicilia recensiti dai visitatori. ‪

Un successo che vede protagoniste recensioni di  blogger indipendenti anche stranieri in visita a Favignana. Altra grande spinta è stata data da strategie di social media marketing che coinvolge tutti i vari canali social, (facebook, twitter, instagram, pinterest, tumblr, flickr). infine l’ex Stabilimento periodicamente è oggetto di servizi giornalistici pubblicato su diverse riviste di settore.

L’ex Stabilimento Florio sarà aperto tutti i fine settimana di aprile dalle 10 alle 13.30, e continua ad ospitare a cadenza regolare per le escursioni periodiche i crocieristi della Costa Neo Riviera.
“Non posso che esprimere enorme soddisfazione per l’enorme risultato che abbiamo raggiunto insieme, Comune e Soprintendenza – dice l’architetto Paola Misuraca – nonostante le difficoltà in cui versa la Regione sotto il profilo economico-finanziario”.
L’ex Stabilimento Florio, inoltre, per Tripadvisor, è anche fra le prime 10 attrazioni in Sicilia.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Alternanza Scuola-Lavoro”. Comune, Liceo Scientifico G. Ferro e Istituto Tecnico G. Caruso.
Articolo successivoUn altro sindaco davanti all’antimafia
Eros Bonomo
Eros “Libero” Bonomo, Giornalista siciliano, vive ad Alcamo, il cui lavoro è incentrato su Passione, Rispetto e Indipendenza, così da informare al meglio i cittadini. Grande “divoratore” di Dylan Dog, musica e libri, in particolare di storia politica. Motto: “Non sarai mai solo con la schizofrenia”.