Erogazione idrica a Castellammare: “Da oggi si torna alla normalità”

1011

acquaCASTELLAMMARE Del GOLFO. A distanza di alcuni giorni dal furto di rame che ha causato problemi alla rete idrica cittadina, il Sindaco Nicolò Coppola annuncia il ritorno alla normalità. Ma per i restanti cavi in rame sono pronti i “guardiani”.

“Consumiamo 220 litri di gasolio ogni ora – spiega il Sindaco Coppola – per i due gruppi elettrogeni, uno di 400 ed un altro di 200 chilowatt, presi in affitto al fine di garantire l’erogazione idrica ed evitare ulteriori disagi ai cittadini. I furti di cavi in rame dagli impianti di sollevamento dei pozzi di Inici ci costano circa diecimila euro al giorno. Oggi saranno sostituiti tutti i cavi portati via e si tornerà alla normalità. Intanto rimangono alcune centinaia di metri di cavi contenenti rame per i quali è stato previsto un servizio notturno di controllo straordinario: i cavi di rame saranno controllati da carabinieri, protezione civile e  vigili urbani”.

I cavi in rame, per un totale di 953 metri, sono stati portati via dagli impianti di sollevamento idrici nella notte tra venerdì e sabato. Ma già nella notte tra martedì e mercoledì erano stati rubati circa 1900 metri di cavi . “Siamo intervenuti giovedì per ripristinare gli impianti ma l’ulteriore furto ha causato tanti disagi poiché in molte zone della città non è arrivata l’acqua. Ricontattata l’Enel, – spiega il Sindaco Coppola – i lavori di sostituzione dei cavi contenenti rame con quelli in alluminio sono ricominciati  lunedì ma non è stato possibile ultimarli poiché mancavano 250 metri di cavi, portati oggi da Messina. Le pompe continuano a funzionare con i gruppi elettrogeni che ci sono serviti per garantire il servizio ma già da oggi, – conclude – con la rete elettrica che alimenta le pompe di sollevamento, sarà riassicurata la normale fornitura di acqua in città”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteCaso Marino, l’indagato ricorre al riesame
Articolo successivoLauria, candidato a Sindaco di Alcamo, contro le Trivelle