Combattimenti tra cani, Carabinieri mettono fine ad una barbarie disumana

2317

Carabinieri Matrattemento AnimaliI Carabinieri di Valderice hanno sottoposto all’obbligo di dimora nel comune di residenza due giovani, C.A. (già noto alle Forze dell’Ordine) e G.M., rispettivamente di 29 e 19 anni, ritenuti responsabili di aver organizzato alcuni combattimenti tra cani.

Numerose segnalazioni hanno messo in allerta i Carabinieri, che mediante indagini capillari hanno, dato ragione al lamentato dei cittadini Valdericini.

I Carabinieri, nel corso delle indagini coordinate dal Sostituto Procuratore dr. Antonio Sgarrella, hanno acquisito alcuni filmati in cui sono stati video-ripresi, in tutta la loro crudeltà ed efferatezza, i combattimenti tra pitbull.

Nelle immagini combattimenti feroci tra i poveri animali, costretti ad azzannarsi vicendevolmente, in veri e propri match di lotta, incitati dai padroni e degli insensibili spettatori, spietatamente divertiti dalla crudeltà di quel disumano “svago”. Gli incontri erano organizzati all’aperto, su terrazzi di abitazioni, appositamente individuati in quanto ritenuti, probabilmente, al riparo da occhi indiscreti.

Questo violento divertimento è stato fermato dai militari dell’Arma che ha individuato i presunti organizzatori, due giovani, che non potranno allontanarsi dal Comune di Valderice e avranno l’obbligo di comunicare costantemente ai Carabinieri i luoghi dove poter essere prontamente reperibili.

Individuati anche alcuni degli spettatori, la cui posizione è tuttora al vaglio della magistratura.

Nel dare esecuzione alla misura cautelare emessa dal GIP di Trapani, i Carabinieri di Valderice hanno inoltre proceduto al sequestro di 12 cani “pitbull”, 4 adulti e otto cuccioli.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa San Francesco di Paola fuori casa cede al Favignana. Fundarò: “concretizzare ciò che che creiamo”
Articolo successivoWorkshop “Opportunità commerciale e di investimento tra la Tunisia e la Sicilia”