Deriva amministrativa e vicende giudiziarie a Castellammare del Golfo. Coppola rassegni le dimissioni.

3655

Castellammare Castello arabo-normannoCastellammare del Golfo – Le opposizioni in seno al Consiglio Comunale di Castellammare del Golfo in una nota chiedono le dimissioni del Sindaco Coppola per la “deriva” amministrativa e per le recenti vicende giudiziarie. Pubblichiamo per intero la nota: “A nome della  comunità castellammarese che rappresentiamo, chiediamo al Sindaco Nicolò Coppola di recarsi dal Signor Prefetto e rassegnare le proprie dimissioni.

La Nostra Città merita amministratori seri e lungimiranti in grado di assolvere alle proprie funzioni con determinazione e impegno e  non artefici di fallimenti amministrativi (vedasi depuratore, porto e deriva della macchina comunale) e politici (come lo sfaldamento della maggioranza consiliare e l’utilizzo delle cariche assessoriali come contropartita per una ingloriosa sopravvivenza politica).

Questa già grave situazione di deriva amministrativa sommata alle recenti vicende giudiziarie che hanno visto tristemente coinvolto indirettamente il primo cittadino, rende imprescindibile una nostra presa di posizione chiara, netta e decisa sulla questione morale che si è consequenzialmente posta in essere.

Pertanto, si chiede al Sig. Sindaco il primo vero atto di responsabilità dal suo insediamento ad oggi nei confronti della cittadinanza tutta, ossia rassegnare le proprie dimissioni dinanzi al Prefetto.

Qualora questo invito non dovesse essere accolto siamo addivenuti alla irrevocabile decisione di rassegnare le dimissioni da Consiglieri Comunali nell’esclusivo interesse dell’intera collettività”.

F.to Ancona Laura                                                                                        F.to Asaro Giacomo

F.to Canzoneri Gaspare                                                                             F.to Cruciata Stefano

F.to Di Bartolo Giacomo                                                                             F.to Fausto Giuseppe

F.to Labita Vitalba                                                                                        F.to Motisi Ivano

F.to Norfo Giuseppe                                                                                    F.to Palmeri Angelo

F.to Paradiso Maurizio

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’associazione Antiracket di Alcamo: “Espulso Artale e pronti a costituirci parte civile”
Articolo successivoQuel calcestruzzo che spettava solo a “loro”. Ecco le intercettazioni e l’intervista al Sindaco Coppola