Si sbloccano le pratiche della pedemontana, cosa accadrà?

1858

pedemontanaALCAMO. Si è avviata verso la fase conclusiva, sembrerebbe, la questione relativa alle pratiche ferme da 3 anni per i progetti della cosiddetta pedemontana alcamese. Lo ha ribadito anche ieri sera in consiglio comunale il commissario Arnone che ha fatto un plauso ai dirigenti, in particolar modo l’avvocato Mistretta, per aver posto fine all’odissea che teneva in stallo ditte e famiglie.

In verità ciò non significa affatto che tutte le pratiche verranno accettate ma che verranno prese in considerazione dal servizio urbanistica e pianificazione del comune per vagliarne validità e fattibilità. Si è detto molto soddisfatto anche il consigliere Caldarella che ha ritirato la propria interrogazione in consiglio proprio per l’esito positivo della questione che ha fatto venir meno i suoi interrogativi in merito.

Il geometra Stabile ha predisposto un ordine di servizio per l’istruttoria urgente di queste pratica, con la speranza di alcuni di rilanciare l’attività edilizia alcamese.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAlcamo: Lunedì si inaugura la cittadella dei giovani
Articolo successivoCalvaruso: “Il comune di Alcamo ha più computer di un ministero, troppi sprechi”
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.