Ancora furti di energia elettrica scoperti dai Carabinieri

2153

Carabinieri Partinico furto energia elettricaPartinico – Il furto di energia elettrica ormai è presente all’ordine del giorno nelle cronache, un sintomo della crisi alcuni dicono, ma altri mettono in evidenza il disprezzo della legge. I fatti ci raccontano che i Carabinieri della Compagnia di Partinico hanno arrestato, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica, L.b. 40enne di Partinico, titolare di un bar. I militari intervenuti presso il suo Bar sito nel centro storico di Partinico, hanno accertato che l’indagato aveva manomesso il contatore elettronico mediante l’apposizione di un magnete, in modo tale da registrare un consumo di energia elettrica inferiore del 93,45% rispetto a quello reale.  Il danno per la società erogatrice è stato quantificato in 20.000 € circa. Nel corso della stessa operazione, i Carabinieri hanno arrestato con la medesima accusa anche P.g., 40 enne di Partinico. L’uomo si era allacciato abusivamente alla rete pubblica per alimentare la propria abitazione, questo accadeva almeno due anni visto che il contatore gli era stato staccato. Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, L.b. è stato sottoposto agli arresti domiciliari e P.g. trattenuto in camera di sicurezza, in attesa del giudizio con rito direttissimo fissato per la mattinata di oggi presso il Tribunale di Palermo.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteContro le Trivelle. Il Partito Socialista Italiano scende in campo.
Articolo successivoNon si ferma all’alt dei Carabinieri. Nel sedile posteriori nascondeva droga.