Il M5S solleva alcuni dubbi sull’aggiudicazione dei lotti per l’accoglienza di immigrati nel trapanese

1220

movimento5stelleVincenzo Maurizio Santangelo, Ignazio Corrao e Valentina Palmeri del M5S hanno studiato l’avviso pubblico per partecipare alla procedura di aggiudicazione dei lotti per l’accoglienza degli immigrati nel territorio trapanese, in scadenza il 13 febbraio prossimo, e sebbene giudicato nel complesso ben fatto, sono state notate alcune anomalie. Queste sono state relazionate e inviate al Prefetto in giornata odierna.

“Tra queste – si legge in una nota – la più evidente è l’attribuzione di un punteggio più elevato alle cooperative o consorzi che al momento della domanda hanno un software gestionale proprio.”

“Per quanto da noi osservato, durante le decine di visite effettuate nei centri di accoglienza straordinaria – si continua -, solo una cooperativa ne ha uno. La cosa è alquanto anomala, dovrebbe essere, infatti, la Prefettura a mettere a disposizione delle strutture un proprio software gestionale, in modo che tutte le strutture possano in tempo reale accedere per caricare i dati anagrafici ed ogni osservazione utile al fine di gestire al meglio gli ospiti ed il loro monitoraggio sul territorio.”

“La possibilità, invece, di lasciare alle cooperative la libertà di non farlo è certamente una grossa lacuna nella gestione dell’immigrazione sul nostro territorio, che, lo ricordiamo, è quello con il più alto numero di presenze di immigrati su tutto il territorio nazionale, se consideriamo anche gli Sprar e le strutture per minori non accompagnati.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente… e se Attilio fosse tuo fratello?
Articolo successivoCryptolocker attacco ai nostri dati personali