“Sicilia Futura” si riunisce con gli assessori regionali dell’area renziana

1948

Sicilia FuturaHa avuto luogo martedì scorso l’incontro tra Sicilia Futura e gli assessori regionali di area renziana, una riunione volta ad esaminare i contenuti della prossima legge finanziaria e la loro corrispondenza con i problemi urgenti della Sicilia.

A presiedere l’incontro Totò Cardinale, presidente onorario del nuovo partito, alla presenza di Nino Caleca, Giacomo Scala, Elio Sanfilippo e Pippo Morano, novelli politici che vogliono esprimere la loro rottamazione e il loro rinnovamento in questo nuovo progetto.

Le tematiche sono state l’energia, il sistema dei rifiuti, l’ambiente, la difesa del suolo e l’integrazione socio-sanitaria. “Il confronto di oggi con gli assessori regionali Baccei, Contraffatto, Gucciardi e Croce è stato utilissimo per approfondire alcuni temi della finanziaria a partire dalla creazione di un fondo di garanzia per i giovani – dice Michele Cimino – in cerca di prima occupazione e per l’introduzione di alcune norme che in materia di politiche energetiche e ambientali possano costruire un percorso di vero riscatto per la nostra Regione in termini di occupazione”.

“La riunione di oggi – afferma Giuseppe Picciolo, capogruppo di Sicilia Futura all’Ars – è stata proficua ed ha permesso di illustrare le proposte normative che il nostro movimento presenterà per migliorare la legge finanziaria regionale di prossima approvazione. Il confronto è stato utile per verificare da vicino quale sia la situazione economica della Regione e per approfondire temi legati alle deleghe da loro gestite in seno al governo Crocetta. La collaborazione con il PD è sempre più forte e il sostegno al progetto politico che ha in Matteo Renzi il leader vede l’adesione convinta di Sicilia Futura”.

Un particolare valore politico all’incontro attribuisce – Nicola D’Agostino – Segretario regionale di Sicilia Futura – il quale afferma che dalla sinergia tra i vari assessori a partire dagli assessori regionali presenti all’incontro, si può definire un percorso che permetta alla Sicilia, in maniera concreta, di cambiare verso e risolvere problemi che i siciliani da troppo tempo aspettano di essere risolti.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn’arancia al giorno…
Articolo successivoSantangelo (M5S): “Occorre maggiore trasparenza sui fondi per i disabili”
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.