Il “vecchio” saggio del PD chiude alcune porte… e non lo fa per gli spifferi!

3188
massimo ferrara grandeL’On. Ferrara è stato chiaro nel dichiarare di non volere alleanze con On.Turano e con l’ex Sindaco di Alcamo Scala. Ed è stato altrettanto chiaro nell’affermare di volere le primarie per la scelta del candidato Sindaco.
A questo punto bisognerà capire: chi lo seguirà all’interno del partito?
L’On. Ferrara sta giocando una partita interessante all’interno del PD, una di quelle partite, che neanche a livello regionale se la potevano sognare, ossia, rompere con quelle alleanze che in molti davano per scontate e nello stesso tempo ha passato il boccino nelle mani delle correnti interne al partito Alcamese lasciando fuori, apparentemente, i livelli regionali.
Negli ultimi anni in tanti, nel PD, hanno chiesto di rompere con il passato e di volere un partito nuovo e un cambio di rotta serio. Adesso, sono stati ascoltati. Da questo momento in poi, bisognerà cominciare a costruire alleanze credibili e in poco tempo, oppure non resta che andar da soli.
Altro punto fermo sembra essere quello delle primarie: anche qui il Dr. Ferrara è stato chiaro mettendo un altro paletto a tutti quelli che dall’esterno avessero voglia di candidature di partito calate dall’alto. Su quest’altro punto le correnti dovranno necessariamente cercare nomi forti che possano unire quanto più possibile il partito e i militanti.
Riusciranno le varie anime del PD a mettersi d’accordo su quale sia il percorso da seguire e con chi poterlo fare? Tempo al tempo… si vedrà!
Alcamo nel frattempo cresce, nei movimenti e in alcune associazioni politiche, che hanno voglia di mettersi in gioco per portare una ventata di aria nuova.
Questa città negli ultimi anni è stata bloccata da tutte le vicende che si sono susseguite a livello politico che hanno portato alla nomina di un Commissario straordinario, e per una città come la nostra, non ci possiamo permettere mesi di immobilismo e di polemiche che ancora oggi non sembrano essere svanite.
CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteGiambalvo torna in consiglio e Libera non ci sta
Articolo successivoImpegno importante per la TH Alcamo. Vincere per non rimanere fuori dai giochi promozione
Fulvio Catalanotto
Fulvio Catalanotto nasce in Sicilia, terra, secondo lui, al centro del mondo. Formatore ed esperto dei processi formativi con la passione per la comunicazione e l'informazione. È un ascoltatore cronico di Rosa Balistreri.