Di Girolamo in commissione antimafia

1667

santangeloMarsala, caso Cimiotta: il sindaco sarà sentito a Palazzo San Macuto a Roma

L’annuncio arriva dal senatore di Cinquestelle, Vincenzo Maurizio Santangelo che dice: “La lotta alle mafie è un impegno fondamentale e senza montare strumentalizzazioni, bisogna far chiarezza sul territorio nazionale e su tutte le amministrazioni locali dove si contano indagati, rinviati o già citati in giudizio e senza contare gli uomini piazzati nelle partecipate e nelle aziende.  L’ufficio di presidenza della Commissione Antimafia ha reso noto che non farà sconti a nessuno tanto che ha comunicato che audirà molti sindaci di comuni che presentano criticità simili a quelli rilevati a Quarto.   Tra questi ci sarà anche il sindaco di Marsala dott. Alberto Di Girolamo, dove all’interno della sua maggioranza è esplosa la questione del consigliere del Pd Vito Cimiotta, indagato per voto di scambio nell’ultima campagna elettorale, al quale è stato già fissata la prima udienza l’11 aprile prossimo”. CimiottaCimiotta proprio ieri ha annunciato l’autospensione dal Partito Democratico, scelta apprezzata dal segretario provinciale dei Dem  Marco Campagna e dallo stesso Di Girolamo quale segretario del Pd marsalese. Scelta contestata però dai Cinquestelle: “ Come portavoce al Senato del M5S – dice il sen. Santangelo – confermo come già fatto dal portavoce M5S Aldo Rodriquez al consiglio comunale di Marsala e dal Movimento Cinque Stelle di Marsala, che non è sufficiente la sola sospensione del consigliere Cimiotta, ma che sia non più che giusto che lo stesso si dimetta dalla carica di consigliere comunale e dalla carica di presidente della commissione bilancio”. Il caso Cimiotta- Marsala finisce quindi dentro al caso nazionale dove emergono le vicende del Comune di Quarto che toccano il sindaco di quel paese, esponente dei Cinquestelle e che dai Cinquestelle è stata invitata a dimettersi: “I moralizzatori del PD – conclude Santangelo – sono bravi solo a montare strumentalizzazioni politiche ma non hanno minima attenzione sui loro 83 indagati nei vari comuni che governano. Un primato nazionale quello del Pd e nonostante il 2016 sia iniziato da pochi giorni il numero è aumentato: l’ultimo datato ieri è il sindaco piddino di Como.  Domani chi lo sa!”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteArrestati, da Polizia e Carabinieri, tre uomini per furto. Foto
Articolo successivoCgil, Cisl, Uil e Diccap contestano il commissario Arnone
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.