“Botti di Capodanno” all’odor di marijuana

2764

Foto istituzionaleControlli a tappeto dei Carabinieri di Mazara del Vallo in occasione del Capodanno, per contrastare la vendita illegale di “botti di Capodanno”. Controlli che hanno interessato anche gli esercizi commerciali che vendono prodotti per gli “amanti dei botti”, ma che molte volte non sanno maneggiarli o comprano prodotti non conformi e quindi pericolosi per l’incolumità.

Tra i tanti successi di questa operazione dei Carabinieri, da segnalare un caso particolare, cioè quello di un mazarese, Stefano Sciuto, che deteneva “botti di capodanno all’odor di marijuana”, cioè oltre a essere in possesso di numerosi “artifizi pirotecnici” artigianali e regolari di provenienza illecita, deteneva 180,00 (centottanta) gr. circa di sostanza stupefacente tipo “marijuana” più unaserra artigianale per la coltivazione di canapa indica (al momento non in uso) e materiale vario per il confezionamento del citato stupefacente.
I Carabinieri hanno “inviato lo stupefacente rinvenuto a Palermo per le analisi peritali del caso”.

Gli artifizi pirotecnici sono stati sequestrati e Sciuto tratto in arresto per detenzione illegale di sostanza stupefacente tipo marijuana e detenzione illegale di fuochi d’artificio artigianali e sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’ex Stabilimento Florio di Favignana, la Storia che non annoia
Articolo successivoConcerto di voci bianche a Calatafimi