Cambiamenti: Porto, depuratore e PRG. Perché il Sindaco non ha ancora nominato l’Assessore all’urbanistica e ai lavori pubblici

1544

CambiamentiCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Non è stato ancora nominato il nuovo assessore, del Comune di Castellammare del Golfo, che dovrebbe andare a ricoprire il posto lasciato vuoto da Gaspare Motisi, dimessosi questa estate a pochi giorni dalla sua nomina per motivi personali.

A chiedere rivolgersi al primo cittadino, Nicolò Coppola, sono stati direttamente i consiglieri comunali del gruppo Cambiamenti, Stefano Cruciata e Vitalba Labita, tramite un’ interrogazione consiliare. Nel loro documento intendono sapere come mai nonostante la presenza in giunta di due tecnici, l’Ing. Marchese e l’Ing. Barbara, le criticità emerse nei lavori del porto e del depuratore, l’esigenza di adeguare il PRG al territorio, non siano state assegnate le due deleghe strategiche per lo sviluppo del territorio, ovvero la delega all’urbanistica e ai lavori pubblici.

Stefano cruciata e Vitalba LabitaL’interrogazione chiede anche al primo cittadino di motivare questo ritardo, circa la nomina del quarto Assessore, spiegare perchè abbia tenuto per sé la delega all’urbanistica e ai lavori pubblici e quali strategie operative intende porre per affrontare le problematiche sopra elencate.

Il gruppo Cambiamenti continua, quindi, ad incalzare l’attività amministrativa, non soltanto per opportunità politica, ma con il preciso obiettivo di risolvere questioni d’interesse collettivo per il territorio. Criticità a cui il Sindaco Nicolò Coppola dovrà trovare delle soluzioni, o quantomento fare chiarezza, nel minor tempo possibile per il prosieguo del suo mandato.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIniziano i campionati di Volley provinciali: Alqamaq pronta
Articolo successivoLa procura di Marsala apre un’indagine sulla morte di un neonato a Pantelleria
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.