Castellammare, Motisi lascia

3965

Il sindaco Coppola ha annunciato il passo indietro dell’assessore

Sindaco Nicola Coppola  (1)Quando sembrava che la decisione fosse irrevocabile, almeno così aveva fatto intendere non più tardi di 24 ore addietro il sindaco Nicolò Coppola, a togliere il disturbo è stato l’assessore Giuseppe Gaspare Motisi. In poche righe l’ufficio stampa del Comune ha dato notizia delle sue dimissioni: «Al fine di evitare disagi all’intera amministrazione, Gaspare Giuseppe Motisi ha rimesso l’incarico assessoriale da me conferitogli da qualche giorno. Ringrazio Giuseppe Motisi per la sensibilità che dimostra rimettendo il mandato al fine di evitare disagi all’azione amministrativa –dice il sindaco Nicolò Coppola- dando così dimostrazione di grande sensibilità morale e politica». Non desideriamo passare per coloro i quali portano disturbo alle attività politiche e amministrative del territorio, sicuri che i commenti apparsi in coda ai nostri articoli, non sempre onesti e certamente ingenerosi, non appartengono al pensiero del sindaco e dello stesso ex assessore. Avevamo evidenziato ragioni di opportunità che ci fa piacere sono stati recepiti senza aggiungere le cattiverie che ci sono piovute addosso. Anche perchè sapevamo che non eravamo gli unici a pensarla così come abbiamo scritto. Il sindaco Coppola oggi più che mai ha adesso il compito di proseguire il suo cammino mettendo ancora di più e con la caparbietà che gli è nota la barra nel senso corretto, pensando a servire una comunità che ha la necessità di trovare un vero buon vivere e aiutarla così anche ad affrancarsi dal fenomeno mafioso, perchè la stragrande maggioranza dei castellammaresi è fatta da gente onesta e laboriosa, anche quando un lavoro non ce l’hanno. Pensiamo che come informazione abbiamo reso un buon servizio e questo continueremo a fare. Auguriamo al dott. Motisi di potere impegnarsi in politica, in tante altre sedi dove è possibile continiuare a fare quello che lui da assessore si proponeva di fare.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteC’erano una volta i ragazzi della via Pàl
Articolo successivoKyenge e Corrao: collaborazioni trasversali per l’immigrazione
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.