Caos all’ospedale di Alcamo: sospettati abusi sessuali di un medico nei confronti di un minore

5787

ospedale-medico-corsia-2ALCAMO. Avrebbe commesso degli abusi sessuali nei confronti di un ragazzino durante una visita medica. E’ questa l’accusa che viene mossa da un minorenne nei confronti di un medico dell’Ospedale S.Vito e Santo Spirito di Alcamo.

I fatti sono accaduti nella giornata di martedì scorso, intorno alle tredici, quando un ragazzino si è presentato al nosocomio alcamese per una normale visita di controllo. Secondo quanto sostenuto dalla presunta vittima, il medico del punto di primo intervento, durante la visita, l’avrebbe indotto a spogliarsi per poi palpeggiarlo e baciarlo ripetutamente. Tesi che, naturalmente, dovrà ancora essere dimostrata, in quanto sulla vicenda non esistono testimoni che possano confermare l’accaduto. Infatti, nella stanza della visita pare che si trovassero solamente il ragazzino e il medico.

Il ragazzino, immediatamente fuggito dall’ospedale, si è precipitato a casa per raccontare la presunta molestia subita ai propri familiari. Presi dalla rabbia, i familiari, si sono recati all’ospedale alcamese ed hanno iniziato a inveire contro il medico, fino ad arrivare anche ad una colluttazione. Momenti di panico e tensione che sono stati interrotti solo grazie all’intervento dei Carabinieri che hanno riportato la calma. Il medico ha accusato un malore ed è stato trasferito al pronto soccorso.

Sulla vicenda c’è ancora il massimo riserbo. Anche se appare probabile che ci sia stata una denuncia da parte dei familiari nei confronti del medico e il conseguente avvio di un’indagine volta a determinare se il misfatto sia realmente accaduto o no.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“L’acchiànati e li scinnùti”, concorso di pittura estemporanea a Castellammare del Golfo
Articolo successivoAbc soddisfatta dell’adesione del Comune di Alcamo alla proposta legge sull’integrazione al reddito
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.