Condannato un alcamese per violenza sessuale

3443

Tribunale processoE’ stato condannato alla pena di 5 anni e 4 mesi di reclusione un alcamese, L.G., classe 61′, per violenza sessuale nei confronti di una rumena residente ad Alcamo. I fatti risalirebbero al 2009 quando, l’uomo, gestore di un’impresa di pulizie, avrebbe approfittato della vittima in occasione dei pagamenti della paga lavorativa. Il gestore della ditta, con la scusa di consegnarle la paga settimanale, si sarebbe recato nell’abitazione della donna. Dopo i primi convenevoli ha iniziato a palpeggiarla e baciarla ripetutamente con l’intento di avere rapporti sessuali. La malcapitata è sfuggita ai cattivi intenti dell’uomo solo grazie alle sue resistenze.

Dopo l’accaduto la donna non è andata più a lavorare intraprendendo un’azione giudiziaria nei confronti dell’uomo, costituendosi parte civile.

Nell’udienza dell’altro ieri è stata avanzata la richiesta di condanna dal pm, Paolo Di Sciuva, a 6 anni di reclusione. Richiesta a cui si è associato anche il legale della vittima, Bruno Vivona.

Il Tribunale di Trapani, presieduto da Alessandra Camassa, ha accolto le richieste del pm e della parte offesa, condannando a 5 anni e  4 mesi di reclusione l’uomo e ordinando un risarcimento nei confronti della vittima pari a diecimila euro.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncontro al Comune tra il commissario di Alcamo Arnone e la deputata M5s Valentina Palmeri
Articolo successivo“I Treni del gol”, ascoltati Daì, Pagliarulo e Terlizzi
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.