L’Ato Belice non paga per la piattaforma di stoccaggio rifiuti. Chiudono i centri per la differenziata, Venuti: “Subito una soluzione”.

988

Il sindaco di Salemi, Domenico VenutiSALEMI – L’Ato Belice Ambiente non paga i propri debiti con l’azienda che gestisce la piattaforma di stoccaggio per i rifiuti differenziati provenienti da diverse zone della provincia di Trapani, e così vengono chiusi i centri comunali di raccolta.

Ne dà notizia il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, che censura duramente il comportamento dell’Ato Belice Ambiente. “In queste settimane abbiamo sollecitato l’Ato ma il problema non è stato risolto – spiega Venuti -. Al momento per i cittadini salemitani non è possibile effettuare la raccolta della carta, della plastica e di altre tipologie di rifiuti dal momento che la piattaforma non accoglierebbe il materiale. Il Comune di Salemi, anche recentemente, ha assolto ai propri doveri nei confronti dell’Ambito territoriale, e per questo mi aspetto da parte del consorzio la risoluzione immediata di un problema diventato ormai insostenibile”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteBonventre e l’ora delle grandi decisioni
Articolo successivoIncontro sull’Università all’istituto Mattarella-Dolci di Castellammare del Golfo