Bonventre e l’ora delle grandi decisioni

2589

Sebastiano Bonventre (Grande)Fitta agenda di incontri oggi del sindaco di Alcamo dopo che ieri pomeriggio ha incontrato a Trapani il prefetto Falco. Alle 16,30 è stata convocata la Giunta

Nulla trapela e nulla si dice. Le ultime pronunce ufficiali a proposito della “crisi” della Giunta Bonventre sono ferme al documento con il quale la maggioranza ha fatto quadrato attorno al primo cittadino invitandolo a continuare il mandato e a non interromperlo. C’erano stati esponenti dell’opposizione e ricordiamo l’ex vice sindaco on. Massimo Fundarò a chiedere le dimissioni di Bonventre, ma l’impressione è quella che qualcosa che si è incrinato all’interno del gruppo di maggioranza ad avere indotto Bonventre a interrompere il mandato. Non si spiega altrimenti il documento dei gruppi di maggioranza pronti a raddrizzare il tiro e affermare la promessa di sostegno.Il presidente del Consiglio comunale Giuseppe Scibilia intervistato da alcuni giornalisti ha preferito parlare di dibattito politico carico di veleni e bugie, si è appellato alla dignità e alla reputazione dei pubblici amministratori, se le è anche presa parecchio con l’esponente di Sel Massimo Fundarò, e però non ha potuto mancare di confermare che il vertice di maggioranza di qualche giorno addietro l’ha indetto proprio lui, nella qualità di presidente del Consiglio comunale. Quella riunione può essere stata il tentativo di mettere in riga qualche consigliere. Certo sul Municipio di Alcamo si addensano diverse nubi che non promettono nulla di buono. Ci sono i procedimenti aperti sul voto di scambio, le indagini sulle lottizzazioni che sembrano riguardare il precedente mandato amministrativo, le ultime indagini riguardanti i rapporti con il personale Asu, e le voci su presunte pericolose frequentazioni dello stesso sindaco con logge massoniche più segrete che pubbliche come dovrebbero essere.

Sulla massoneria Bonventre non ha detto nulla circa l’eventuale vera appartenenza, ma le sue uniche parole in proposito sono state lapidarie, annuncio di querela. Adesso il sindaco è blindato nel suo ufficio occupato a preparare la riunione di giunta. Unica anticipazione concessa quella che alle 18 diffonderà un comunicato stampa. Insomma sembra vivere “l’ora delle grandi decisioni”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteQuesta sera concerto del Liceo Musicale Allmayer
Articolo successivoL’Ato Belice non paga per la piattaforma di stoccaggio rifiuti. Chiudono i centri per la differenziata, Venuti: “Subito una soluzione”.
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.