Maxi sequestro di droga, tre arrestati

6688

 SONY DSCBlitz dei carabinieri. Fermano in autostrada un’auto sulla quale tre persone stavano portando in città a Trapani ben sette chili di hashish

Si tratta del più grosso sequestro di stupefacente dall’inizio dell’anno nella Provincia di Trapani ed è stato calcolato che se fosse stato rivenduto nel mercato dello spaccio al minuto, avrebbe fruttato ai trafficanti circa 30.000 euro. Eclatante il sequestro di droga, sette chili di hashish. In manette sono finite tre persone
Stavano portando in città, a Trapani, pronti per lo spaccio, ben sette chili di hashish. Tre persone sono state arrestati ieri sera dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Trapani. Gli arrestati sonoGiuseppe Tahiri, 34enne di Paceco (TP) disoccupato,pregiudicato; Giuseppe Tranchida, Giuseppe, 25enne di Paceco, disoccupato, incensurato; Vita Maiorana, 21enne di Paceco, disoccupata, incensurata.

I tre sono stati fermati nei pressi dello svincolo autostradale di Segesta dell’A29 Palermo – Trapani a bordo di una autovettura mentre procedevano in direzione Trapani. All’interno del portabagagli, abilmente occultati in doppi fondi e negli incavi delle veicolo, i militari dell’Arma hanno rinvenuto circa 7 kg di sostanza stupefacenti di tipo hashish. La droga era divisa in 67 panetti, del peso di circa 100 ognuno e 10 rarissimi ovuli di stupefacente dello stesso tipo, del peso di 10 g ognuno, ma ad altissima percentuale di principio attivo. Inoltre occultati addosso ai tre arrestati i Carabinieri hanno trovato più di 5000 euro di denaro contante in banconote di diverso taglio, probabile provento di spaccio di parte dello stupefacente.

Tranchida GiuseppeTAHIRI Giuseppemaiorana vita

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteDomenica visita dei musei allo Zingaro
Articolo successivoIl Circolo PD di Castelvetrano esprime la propria soddisfazione per l’autonomia del Parco di Selinunte
Rino Giacalone
Rino Giacalone, direttore responsabile e cronista di periferia. Vive nel capoluogo trapanese sin dalla sua nascita. Penna instancabile al servizio del territorio e alla ricerca della verità.