“Turismo in regola d’arte”, presentato il progetto degli albergatori a Castellammare

1967

Castellammare Del GolfoCASTELLAMMARE. È stato presentato dall’associazione albergatori  il progetto “turismo in regolad’arte”. Il progetto prevede una serie di attività che si snodano su quattro punti principali, derivati dall’acronimo dell’ associazione albergatori: accoglienza, agevolazioni, cultura e sicurezza.

“La nostra vuole essere una proposta di turismo di qualità – spiega Cinzia Plaia, presidente dell’associazione  albergatori di Castellammare -. Il progetto mira a promuovere la destinazione Castellammare e a valorizzarne le bellezze paesaggistiche. Per quanto riguarda l’accoglienza – continua Cinzia Plaia – il nostro progetto propone la preparazione del progetto territoriale della segnaletica alberghiera di Castellammare, attività di presentazione Web e il video che racchiude una presentazione delle bellezze paesaggistiche e culturali e delle strutture ricettive. Per quanto riguarda le agevolazioni abbiamo attivato la “tourist card”, uno sconto del 10% su vari servizi convenzionati, per i clienti che alloggiano nelle nostre strutture”. Ma anche attività culturali come il concorso di pittura o di fotografia. “Proponiamo anche un concorso di pittura estemporanea  “L’acchianati e li scinnuti – Le scalinate del borgo marinaro di Castellammare”. I pittori saranno ospitati in location come le antiche scale,  rappresentazione dell’antico borgo marinaro che è stato Castellammare.

Quindi il foto contest “click and click, lo scatto che ci piace”; invitiamo i turisti, poiché il concorso è riservato ai non residenti, a “catturare” la vacanza con uno scatto, in modo da diffondere l’immagine del territorio e farla conoscere ad amici e conoscenti dei partecipanti. Inoltre abbiamo previsto la collaborazione con il Cici Film Festival e l’istituzione di un premio da parte dell’associazione al corto capace di cogliere l’identità del nostro territorio e l’itinerario del museo a cielo aperto di Giovanni Bosco, una mappa del percorso murales e degli alberghi del centro storico in collaborazione con l’associazione outsider art Giovanni Bosco -conclude – . Si tratta di proposte che mettono al primo posto l’incontro di arte e ospitalità per qualificare Castellammare come percorso turistico-culturale. Progetti a costo zero che offrono lo spunto per una crescita qualitativa e culturale della nostra cittadina”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteValerio Massimo Manfredi e Sebastiano Tusa a Castelvetrano per presentare i rostri delle Egadi al Museo Civico
Articolo successivoI Carabinieri di Poggioreale arrestano tre palermitani in “trasferta” per rubare materiale ferroso
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.