Mozione del Consigliere Giacomo Asaro sulle “corrispondenze tra funzionari comunali e gli organi politici”

1514

castellammare comuneCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il consigliere Giacomo Asaro, eletto nella lista “CastellammareSi” e componente  del gruppo consiliare misto, ha presentato una mozione avente ad oggetto “richiesta di una esauriente relazione all’Amministrazione Comunale in merito a recenti corrispondenze intercorse tra funzionari comunali di livello apicale e tra gli stessi e gli organi politici”.

“Premesso che nei giorni scorsi vi è stato uno scambio ripetuto di missive tra dirigenti di codesto Comune e tra dirigenti e organi politici, – spiega Asaro nel testo della sua mozione – corrispondenza questa che, per conoscenza, è stata inviata anche all’intera compagine consiliare; Considerato che, tra le altri fonti di diritto, anche lo Statuto Comunale attribuisce al Consiglio Comunale la funzione di organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo (ai sensi dell’art. 18 comma 1 dello stesso); Che l’articolo 97 della Costituzione afferma che “i pubblici uffici sono organizzati secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione”.

“Il sottoscritto, nella qualità di componente dell’organo di indirizzo e controllo politico-amministrativo, – continua – è venuto a conoscenza, tramite le missive di cui sopra, di importanti elementi e circostanze che evidenzierebbero disfunzioni e incapacità politiche nel governo cittadino con la grave conseguenza di procurare notevoli disagi alla cittadinanza tutta.

La Giunta Comunale è primo e diretto responsabile del governo e delle scelte strategiche di gestione della pubblica amministrazione.” Con la mozione presentata nei giorni scorsi, il consigliere Asaro invita il Consiglio Comunale ad impegnare “l’Amministrazione Comunale, nel rispetto del principio costituzionale del buon andamento della pubblica amministrazione e del principio di efficienza della stessa, a relazionare, tempestivamente e compiutamente, al Consiglio Comunale quale organo di controllo politico-amministrativo, sulle importanti problematiche di natura politica, amministrativa e procedurale che sono emerse nelle missive pervenute.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIncidente nel Corso VI Aprile un’utilitaria finisce dentro la vetrata di un negozio
Articolo successivoCastellammare, la fontana di Piazza Europa in stato di abbandono
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.