Rotonda di via Leonardo Da Vinci ancora provvisoria, interrogazione al Sindaco Coppola

1966

Rotonda Castellammare del GolfoCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il consigliere eletto nella lista “CastellammareSi” Giacomo Asaro ha presentato nei giorni scorsi un’interrogazione in merito ai lavori di realizzazione delle rotonde negli incroci presso la circonvallazione di Castellammare del Golfo.

A ridosso della scorsa stagione estiva, l’amministrazione guidata dal Sindaco Nicolò Coppola ha sperimentato una rotonda tra la via Leonardo Da Vinci e la via Gemma D’oro. Era una soluzione provvisoria in attesa del progetto definitivo di  rotonde da collocare nei pressi degli incroci della circonvallazione.

“Con determina n° 601 del 18/12/2014 è stata impegnata la spesa relativa all’affidamento della progettazione – scrive Asaro –  e direzione dei lavori a professionista incaricato per la realizzazione delle rotonde nell’incrocio già detto, nell’incrocio tra via Segesta, via Leonardo Da Vinci e via San Paolo della Croce e una nell’incrocio tra Via Leonardo rotondacastellammareDa Vinci e via Francesco Crispi. Ad oggi non risultano avviati i lavori, per questo interroghiamo l’amministrazione comunale per sapere se nella imminente stagione estiva 2015, che è noto che  si manifesta un considerevole flusso veicolare nei pressi della circonvallazione, vi sarà la presenza di almeno una rotonda definitiva. Chiediamo inoltre – conclude Asaro nella sua interrogazione –  quando partiranno i lavori e i motivi di tale ritardo.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteI ragazzi delle scuole in visita negli impianti del riciclo della carta
Articolo successivoQuarti di finale campionato Juniores, Castellammare vince in rimonta contro la Castelbuonese
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.