Ritardi nell’approvazione del nuovo statuto comunale di Castellammare, interrogazione al Sindaco

992

castellammare siCASTELLAMMARE DEL GOLFO. Il Consigliere del gruppo misto, Giacomo Asaro, ha presentato un’interrogazione al Sindaco Coppola in cui chiede chiarimenti sui ritardi nell’approvazione del nuovo Statuto Comunale.

L’approvazione del nuovo Statuto era tra i punti all’ordine del giorno nella seduta del consiglio comunale del 15/5/2014. Il rappresentante del I settore nella seduta del consiglio comunale già citata ha chiesto il ritiro del punto all’ordine del giorno poiché l’atto non aveva tenuto conto delle osservazioni e delle opposizioni presentati dei cittadini. “L’amministrazione – spiega Asaro – si era impegnata a ripresentare il punto in tempi brevi, ma ad oggi non è arrivata nessuna proposta né in consiglio né in sede di commissione”.

“L’approvazione di un nuovo Statuto, a parer mio, – scrive Giacomo Asaro nell’interrogazione presentata nei giorni scorsi – risulta urgente soprattutto per eliminare le discrasie presenti nell’attuale statuto, nonché adeguare il predetto statuto con i nuovi principi dettati dal nuovo d.lgs 267/2000 e da tutte le altre disposizioni legislative che sono intervenute dopo il 2008 (anno di approvazione dell’attuale Statuto).”

“Quali sono stati i motivi del ritardo dell’approvazione del nuovo Statuto Comunale? Inoltre chiediamo se l’amministrazione ritiene urgente l’approvazione e in che data proporrà in Consiglio Comunale il nuovo statuto per la discussione consiliare”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl Sindaco Coppola risponde in merito alla questione Torre Bennistra
Articolo successivoRubavano limoni a Partinico, arrestati.
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.