In carcere Filippo Di Maria uomo vicino al boss Melodia e giardiniere dei politici locali

9806

Arresto PoliziaALCAMO. E’ stato arrestato e condotto in carcere il pregiudicato per mafia, Filippo Di Maria, alcamese di anni 52. L’operazione è stata condotta nelle scorse ore dagli uomini della Squadra mobile di Trapani e del Commissariato di Alcamo su ordinanza carceraria emesse dalla Procura. Di Maria dovrà scontare 10 anni e mezzo di reclusione per associazione mafiosa e estorsione.

Il nome di Di Maria spunta nell’ambito dell’operazione Dioscuri, coordinata dalla Dda di Palermo nella notte tra il 2 e 3 novembre del 2009, volta a decapitare il clan mafioso di Alcamo. Nel corso delle indagini si evinceva il ruolo di Di Maria come uomo di fiducia dell’anziano boss Nicolò Melodia, in quanto a lui veniva affidato il compito di fare da esattore del pizzo e dissanguare gli imprenditori presenti sul territorio. Ma Di Maria oltre ai rapporti con i mafiosi, vantava anche buoni rapporti di collaborazione con  i politici locali come l’ex Senatore Papania e l’ex Sindaco Giacomo Scala. Nelle carte della indagini si legge che lo staff del Senatore Papania ed altri uomini politici locali contattavano ripetutamente, e in diverse occasioni, il Di Maria al fine di indurlo a sostenere le iniziative politiche sopra indicate ed invitandolo a fare altrettanto con tutte le persone di sua conoscenza. Ma ad onor del vero in nessuna delle intercettazioni fatte dagli inquirenti durante l’operazione “dioscuri” si evince che i politici locali avessero consapevolezza del vero ruolo di Di Maria.

Durante l’operazione vennero arrestati dieci esponenti mafiosi di Alcamo: Anna Maria Accurso, 52 anni, Filippo Di Maria, 52 anni; Lorenzo Greco, 83 anni; Diego Melodia, 80 anni; Nicolò Melodia, 91 anni; Stefano Regina, 51 anni; Gaetano Scarpulla, 45 anni; Felice Vallone, 47 anni; Tommaso Vilardi, 72 anni e Anna Greco, 55 anni. Le accuse riguardavano a vario titolo estorsione plurima, incendio plurimo, danneggiamento, detenzione illegale di armi ed esplosivi, ricettazione.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUstica Lines revoca la sospensione dei collegamenti in attesa di un incontro con la Regione.
Articolo successivo“La favola” delle Regie Trazzere di Sicilia – Introduzione – Parte Sesta
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.