L’associazione MODi si pronuncia sulla sentenza del CGA

1111

ALCAMO – modiLa sentenza del CGA del 20 marzo scorso sul ricorso presentato da Niclo Solina sul presunto voto di scambio verificatosi ad Alcamo ha sollevato innumerevoli prese di posizione da parte dei diversi schieramenti politici e movimenti cittadini locali.

Attraverso una nota l’Associazione MODi fa le sue considerazioni partendo proprio da tale sentenza, continuando però anche sull’effettiva gestione che l’attuale amministrazione sta portando avanti.

“L‘associazione MODi prendendo atto della sentenza del CGA, si trova in uno stato di esitazione e perplessità. Infatti, subiamo la profonda contraddizione generata dall’esito della sentenza e dal contemporaneo svolgimento di due processi a Trapani a conclusione di indagini della Procura Della Repubblica sul voto di scambio ad Alcamo.
Tuttavia, a noi cittadini ancora fiduciosi nelle istituzioni, questi avvenimenti non ci privano della possibilità di riflessione sul dato politico, cioè, l’assenza di efficace governo della città, l’incapacità ad amministrare la cosa pubblica per il bene di tutti offrendo servizi adeguati ed evitando, in un momento così drammatico, spreco di denaro pubblico.
Tutti gli aspetti che caratterizzano il mal governo della città sono stati più volte denunciati da MODi con convinzione e con azioni importanti.
Poiché riteniamo che nessun cittadino debba accettare condizioni di mal governo e di gestione improvvisata e spesso anche incontrollata della città, fino a sentire lo sconforto derivante dall’abbandono delle istituzioni, MODi è pronta ad intraprendere un percorso propositivo con le associazioni, i movimenti e i liberi cittadini che vogliano costituirsi quali forze civiche promotrici di un reale cambiamento, che rompa definitivamente con logiche clientelari e assistenzialistiche.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLa Capitaneria di Porto di Mazara partecipa all’iniziativa “Cerca un Uovo Amico”
Articolo successivoAlcamo: approvati i criteri sperimentali per l’applicazione delle agevolazioni concernenti la raccolta dei RSU