Articolo 4 – Noi per Alcamo prendono le difese della giunta e dell’Ass. Papa sulla questione del S. Ippolito

2931

articolo 4ALCAMO – A seguito delle polemiche sollevate ieri dall’ex assessore Abbinanti sulla concessione dello stadio Sant’Ippolito all’ASD Alcamo Calcio per lo svolgimento degli allenamenti pomeridiani, arrivano le prime prese di posizione da parte di alcuni gruppi consiliari.

Così il gruppo politico “Articolo 4 – Noi per Alcamo” prende le distanze, attraverso una nota, da quanto affermato da Abbinanti, ritenendo le sue dichiarazioni “inappropriate e deliranti”.

Si continua nella nota “che la Giunta Municipale e l’Ass. Papa hanno agito nel rispetto delle normative vigenti e che si è proceduto nel modo indicato per accelerare al massimo l’apertura del suddetto stadio che, allo stato attuale, ancora non può pubblicamente essere utilizzato, come dovrebbe esserne a conoscenza chi si è occupato della questione”.

“Riteniamo che il dialogo sia la base su cui poter operare e che l’Assessore Papa è sempre stato disponibile con la Consulta dello Sport, con le Associazioni ed i privati cittadini affinché le strutture sportive tutte potessero avere il massimo utilizzo da parte di tutti; si ricorda che, nel recente passato, il manto erboso dello Stadio Catella è stato gravemente danneggiato per l’eccessivo uso concesso da parte del precedente Assessore e che molto ci si sta impegnando per renderlo nuovamente efficiente.”

“Forse talune scomposte esternazioni – si conclude – sono dovute ad eccessivi nervosismi che non fanno parte del nostro bagaglio culturale e politico.”

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’unitre presenta l’opera dell’architetto Francesco Coppola
Articolo successivoCambio in segreteria provinciale del PD trapanese. Esce Marianna Vario ed entra Marina Militello
Eva Calvaruso
Eva Calvaruso, classe 1984, vive ad Alcamo, spirito da ventenne e laurea in Economia. Animo hippie e fan sfegatata di Guccini. Curiosità, passione e una continua ricerca della verità l’hanno spinta a diventare una giornalista.