Finanziati progetti di manutenzione straordinaria per gli alloggi popolari ad Alcamo

2093

corso2 Buone notizie per gli alloggi popolari presenti ad Alcamo. L’Assessorato regionale alle Infrastrutture con specifici e distinti decreti ha finanziato progetti di manutenzione straordinaria predisposti dall’ufficio tecnico dell’Iacp di Trapani.

Si tratta di: 300 mila euro in favore del ripristino di 25 alloggi popolari in Alcamo via Gucciardini facenti parte del complesso edilizio realizzato ai sensi della legge 166/75; 300 mila euro in favore del ripristino di 25 alloggi in Alcamo via Francesco Parrino facenti parte di un complesso edilizio realizzato ai sensi della legge 166/75; 300 mila euro in favore del ripristino di 25 alloggi in Alcamo via Gucciardini lotto 9 facenti parte del complesso edilizio realizzato ai sensi della legge 166/75; 136.486,95 euro in favore del ripristino di 6 alloggi popolari in Pantelleria facenti parte di complesso edilizio realizzato ai sensi della legge 457/78.- Come si evince si tratta di finanziamenti nell’ordine del milione di euro il cui utilizzo servirà a ripristinare condizioni di vivibilità giuste e doverose per i relativi assegnatari.corso

Desidero – dice il commissario ad acta ing. Salvatore Pirrone – proprio nel momento di commiato dalla guida dell’ente, essendo scaduto il mandato di commissario ad acta, ringraziare l’intero ufficio, dirigenti e funzionari, tutto il personale, per l’abnegazione mostrata e per l’impegno profuso . Quelle dell’Iacp di Trapani sono tutte professionalità risultate preziose, ognuno per i compiti istituzionali affidati. Concludo il mandato vedendo ancora una volta la progettualità tecnica dell’ente premiata con il finanziamento di opere di manutenzione straordinaria necessarie e la cui progettazione è stata ritenuta meritevole da parte dell’assessorato alle Infrastrutture che ha così stanziato i fondi credo anche riconoscendo assieme alla indispensabilità la cura posta dai progettisti alla parsimoniosa previsione dei costi senza creare nocumento al felice risultato dei lavori appena ultimati. Il ringraziamento a questo punto lo estendo anche al Governo e agli assessori regionali con i quali mi sono sempre positivamente raccordato, trovando precise attenzioni alle problematiche esposte. Devo dire che quando si parla di Iacp siciliani come se fossero “carrozzoni”, certamente questa definizione non è appropriata per l’Iacp di Trapani. Per concludere debbo rimarcare come culmine positivo ed esaltante di questa mia esperienza, il corso di formazione riservato a dirigenti e personale dell’ente, svoltosi il 22 dicembre scorso, sul tema della prevenzione della corruzione e per la trasparenza che ha avuto la qualificata presenza di un magistrato, il dott. Andrea Tarondo, e dell’avvocato cassazionista Donatella Buscaino”.

Lunedì si insedierà il nuovo commissario, il dott. Ignazio Gentile.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedente“Vogliono rottamare…la Giustizia”
Articolo successivoLa Consulta dello sport di Alcamo fa un bilancio del 2014