Esce da casa dove era sottoposto agli arresti domiciliari. Condannato un giovane di Castelvetrano

975

Tribunale processoUn giovane di Castelvetrano, L.P.D., difeso dall’avv. Giuseppe Ferro, è stato chiamato a rispondere dinanzi il Tribunale di Marsala, per aver trasgredito la misura di sorveglianza e il divieto di condurre autovetture a seguito del ritiro della patente.

Il giovane, infatti, è stato fermato diverse volte dai militari alla guida di un’ auto, nonostante fosse senza patente di guida, e fuori dalla propria abitazione ove era sottoposto ai domiciliari. Durante il processo il Pm aveva chiesto la condanna del giovane a sei mesi di carcere. Il giudice del Tribunale di Marsala, Bruno Vivona, in accoglimento della richiesta dell’accusa ha condannato il giovane a scontare 7 mesi di reclusione senza sospensione della pena.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteAssunzioni facili in Ospedale, condannati i vertici amministrativi
Articolo successivoIl Pd di Castellammare augura buone feste e traccia un bilancio positivo dell’amministrazione
Marcello Contento
Marcello Contento, nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.