L’Esperia alza il sipario per la favola delle favole: Cenerentola

1887

SiAlzaIlSipario-2

ALCAMO. Imperdibile appuntamento quello che il cinema Esperia offre ai suoi spettatori il 23 dicembre alle 18:30. La favola di Cenerentola, musicata da Rossini, presentata nella versione di Andermann per il cinema, diretta da Carlo Verdone, sarà proiettata in diretta per tutti gli appassionati.

Una favola senza tempo che Andermann ha impreziosito con le centinaia di inquadrature da 35 punti di vista diversi. Le animazioni di Annalisa Corsi e Maurizio Forestieri corredano questa versione di una quantità elevata di immagini inedite e nuove animazioni.

Sono numerose le versioni di questa favola che viene raccontata sin dall’antico Egitto (664-525 a.C.). La versione musicata da Rossini è quella di Perrault del 1697.

 “Molte furono le variazioni, rispetto alla fiaba, che Giacomo Ferretti dovette introdurre nel libretto musicato da Rossini. Sin dalla prima rappresentazione del gennaio 1817 presso il Teatro Valle di Roma, scompaiono la fata, i graziosi animaletti che accompagnano Cenerentola al ballo, lo stesso ballo, la mezzanotte, e persino la scarpetta di cristallo, per non urtare la sensibilità dell’illuminato pubblico romano e rispettare la censura papale.

Ma dopo la versione Disney (1950), si può immaginare Cenerentola senza carrozza magica o senza animali della foresta che la circondano? Il progetto cinematografico di Andrea Andermann diretto da Carlo Verdone non solo recupera la magia del racconto di Perrault grazie alle animazioni di Annalisa Corsi e Maurizio Forestieri, ma anche la scena del ballo per la quale viene utilizzata la musica del balletto dell’Armida dello stesso Rossini.

Le fiabesche residenze reali di Torino accolgono nel ruolo della protagonista il mezzo soprano Lena Belkina, con lei in scena Edgardo Rocha, Annunziata Vestri, Anna Kasyan, Carlo Lepore, Simone Alberghini e Lorenzo Regazzo. Autore della Cinematografia è Ennio Guarnieri. A dirigere l’Orchestra Sinfonica della Rai, il Maestro Gianluigi Gelmetti”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteL’associazione “Fiore Daphne” organizza il primo Gospel d’integrazione
Articolo successivoMercoledì alle 15 il Trapani scende in campo contro l’Avellino
Simona De Simone
Simona De Simone, psicologa e psicoterapeuta. Divoratrice instancabile di libri e del buon cibo. Appassionata di scrittura e mamma di Alqamah sin dal principio.