Ennesimo atto intimidatorio a Pino Maniaci: uccisi e impalati i cani

4965

caniuccisiPARTINICO. Ennesimo atto intimidatorio nei confronti del direttore di Telejato Pino Maniaci. Questa volta a farne le spese due poveri cani di proprietà dello stesso direttore.

I cani, un pastore belga e un setter inglese, sono stati prima uccisi, presumibilmente avvelenati, e poi impalati alla recinzione del loro ricovero di contrada Timpanella a Partinico.

Ad accorgersi dell’accaduto lo stesso Pino, in compagnia dei carabinieri che ormai da tempo accompagnano i suoi spostamenti, al termine del consueto Tg giornaliero. Sull’accaduto indagano i carabinieri di Partinico. L’intimidazione segue quella di sabato scorso in cui venne data alle fiamme la sua vecchia auto, ormai abbandonata. In quella occasione commentò così: “Si tratta di un attacco di “scassapagghiaro”. Una bravata”.

Anche questa volta Pino Maniaci fa sapere che Telejato non si fermerà e che andrà avanti. “Recentemente ci siamo occupati dello spaccio di droga, soprattutto cocaina, – dichiara Pino – che a Partinico scorre a fiumi. Sicuramente a qualcuno queste nostre denunce non sono andate giù”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteIl caso Ciacio, Vullo lo difende, Crocetta da Bruxelles attacca
Articolo successivoCommerciava gioielli e capeggiava organizzazione criminale
Emanuel Butticè
Emanuel Butticè. Castellammarese classe 1991, giornalista pubblicista. Laureato in Scienze della Comunicazione per i Media e le Istituzioni all’Università degli Studi di Palermo con una tesi sul rapporto tra “mafia e Chiesa”. Ama viaggiare ma resta aggrappato alla Sicilia con le unghie e con i denti perché convinto che sia più coraggioso restare.