Convegno conclusivo sulla tutela della Coturnice a Castellammare

2769

coturniceCASTELLAMMARE DEL GOLFO. I risultati raggiunti in quattro anni di progetto per la tutela della Coturnice di Sicilia “Alectoris graeca whitakeri”, volatile a rischio di estinzione, presente in aree come Monte Cofano, Capo San Vito e Monte Sparagio, tra i Comuni di Castellammare del Golfo, San Vito e Custonaci.

Venerdì 5 dicembre, alle ore 9, nella sala conferenze del castello arabo-normanno di Castellammare, si terrà la conferenza finale del progetto LIFE plus SICALECONS “Azioni urgenti per la conservazione della Coturnice di Sicilia” finanziato dalla Commissione Europea.

La proiezione di un video documentario illustrerà le varie fasi del progetto che ha prima studiato la Coturnice di Sicilia ed i fattori di minaccia, poi ha avviato azioni per incrementare la popolazione, con il rilascio di coturnici nate e allevate in apposite voliere, come già parzialmente illustrato in un precedente incontro tenutosi nel 2012, sempre al castello di Castellammare del Golfo.

La conferenza è organizzata dal dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e Farmaceutiche dell’Università di Palermo, in collaborazione con il dipartimento dell’Agricoltura e il dipartimento dello Sviluppo Rurale e Territoriale dell’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea, con l’istituto Zooprofilattico sperimentale della Sicilia, che hanno seguito il progetto sull’ormai raro uccello.

Dopo i saluti del sindaco Nicolò Coppola e delle autorità presenti al convegno, gli esperti illustreranno i risultati raggiunti per la tutela della specie a rischio di estinzione, minacciata da vari fattori, tra i quali anche gli incendi.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteLibera Castellammare e Castello Libero sugli incendi dolosi:”Temiamo una crescente diffusione di una cultura violenta”
Articolo successivoEricèNatale – un mese di iniziative nel suggestivo Borgo medievale più bello d’Italia