D’Alì riprende in mano Forza Italia nel trapanese . Ecco le nomine in Provincia

3711

Antonio D'AlìIl Senatore Antonio D’Alì è stato scelto come numero uno di Forza Italia nel trapanese. Le nomine sono state ufficializzate ieri dal coordinatore regionale Vincenzo Gibino. Un rientro in pompa magna per uno dei senatori più influenti nella provincia di Trapani. Dopo aver lasciato il partito del Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, qualche settimana addietro, sembra che le porte di Forza Italia per il Senatore D’Alì si possano aprire e chiudere a suo piacimento. D’altronde sembra che a lui nessuno possa dire di no.

Di seguito riportiamo tutte le nomine in Provincia di Trapani:

Coordinatore provinciale Trapani sen. Antonio D’Alì, coordinatore provinciale Trapani vicario Salvatore Savalli, coordinatore città di Trapani Gianni Basiricò, coordinatore città di Trapani vicario Antonella Gandolfo;
Coordinatore collegio di Marsala Rossana Titone, vice coordinatore collegio di Marsala Paolo Ruggeri, coordinatore città di Marsala Enzo Domingo;
Coordinatore collegio di Alcamo sen. Maria Pia Castiglione, vice coordinatore collegio di Alcamo Angelo Palmeri, coordinatore città di Alcamo Ubaldo Ruvolo;
Coordinatore collegio di Mazara Tony Scilla, vice coordinatore collegio di Mazara Francesco Bongiorno;

Le intenzioni della nuova  Forza Italia in Sicilia sono quelle di realizzare un progetto pilota, con tre diversi livelli di azione politica. L’organizzazione vede fortemente impegnati anche i seniores ed i giovani. Il 30 novembre scadrà il termine per aderire al movimento, e a decorrere dal 15 dicembre inizieranno a celebrarsi le assemblee in tutti i comuni dell’Isola. Una stagione assembleare che selezionerà, a detta dei dirigenti, in modo democraticato e dal basso, la classe dirigente della nuova Forza Italia.

“Crediamo che la Sicilia possa diventare la California d’Europa – afferma il coordinatore Vincenzo Gibiino – e Forza Italia vuole dare impulso al cambiamento: più lavoro, più sviluppo, più crescita più benessere, dando sempre maggiore attenzione a chi è rimasto indietro e alle fasce deboli”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedentePotatura degli ulivi al bene confiscato alla mafia a Castellammare
Articolo successivoTrapani Calcio, pronti per il Frosinone. Antimo Iuno fermo 60 giorni
Marcello Contento
Marcello Contento nasce a Palermo nel 1982, vive la sua vita tra la Sicilia e la Toscana. Giornalista, insegnante di economia aziendale e lettore incallito di Tex e Alan Ford.