Un intero condominio rubava energia elettrica. Denunciate cinque persone dai Carabinieri a Calatafimi

3330

carabinieri calatafimiCALATAFIMI. Sono state denunciati tutti e cinque gli occupanti di un intero condominio a Calatafimi, nel quartiere popolare di Sasi, perchè rubavano l’energia elettrica direttamente alla rete Enel, senza tenere conto dei contatori. Dopo le verifiche fatte dai Carabinieri, questa mattina i militari di Calatafimi Segesta, al Comando del Maresciallo De Rosa  hanno deferito all’Autorità Giudiziaria ben cinque persone: C.R. classe 71, P.V. classe 85, A.M. classe 53, O.G. classe 89, O.N. classe 63.

Durante i controlli effettuati insieme al personale tecnico dell’Enel si è appurato che l’impianto elettrico delle abitazioni, attraverso fori praticati verso l’esterno, fosse collegato tramite allacci rudimentali direttamente alla rete ENEL bypassando i contatori.

I Carabinieri  all’arrivo presso la palazzina di Via Rostagn constatavano quanto fosse consistente il consumo di corrente elettrica da parte delle famiglie. In effetti, con quel costo nessuno badava a spese accendendo svariati elettrodomestici, l’impianto d’illuminazione, stufe elettriche, frigoriferi, forni, televisioni, radio e lavatrici.

Anche in questo settore continuerà l’attività di controllo da parte dei Carabinieri della Compagnia di Alcamo con lo scopo di individuare quanti ancora, tra privati e commercianti, si approvvigionino fraudolentemente della corrente elettrica cercando di eludere i controlli, in particolare negli ultimi tempi, la lente di ingrandimento si è posta su una nuova tecnica, ovvero quella di apporre un magnete sul contatore per rallentare gli scatti e dunque ridurre i consumi, ma anche in quest’ultimo caso i militari dell’Arma sono al lavoro per effettuare i dovuti riscontri sui consumi “anomali”.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteUn uomo assassinato nella campagne di Santa Ninfa
Articolo successivoL’Asp Trapani emana un piano per eventuali casi di Ebola in provincia