Il Comune di Alcamo condanna il gesto ai danni del Monte Bonifato

1920

monte bonifato incendio 13 ottobre 2014 AlcamoIl Comune di Alcamo nel condannare il grave gesto incendiario perpetrato ai danni del Monte Bonifato desidera unirsi a tutti coloro che hanno fattivamente contribuito alla piantumazione degli alberi, lo scorso anno, in occasione della campagna “Mille alberi per mille alcamesi”.

Il Liceo Statale “V.F. Allmayer” di Alcamo, dopo un ennesimo atto incendiario del 2012, che aveva distrutto un’ampia parte della riserva “Bosco d’Alcamo” sul Monte Bonifato in Sicilia, aveva rigenerato, nel 2013, la riserva distrutta piantando mille alberi.

Le associazioni ambientaliste, tanti volontari alcamesi e gli alunni delle scuole di Alcamo avevano messo insieme radici, nel terreno della Montagna cara agli alcamesi, non solo arboree, ma radici di coesione, solidarietà e pace, portando avanti insieme ad un lavoro di ripiantumazione, anche un percorso di affermazione della cultura ambientalista.
Nel dicembre dello stesso anno, in occasione del 50o anniversario dell’Istituto Vito Fazio Allmayer, altri alberi furono piantati con la collaborazione di alcuni volontari e dell’ associazione ambientalista locale “Salviamo il Monte Bonifato”.
Adesso tutto è distrutto. A poca distanza della Convention Internazionale “Il Cammino della Speranza”, un’altro incendio ha interessato uno dei versanti del Monte Bonifato distruggendo gran parte degli alberelli del “Bosco della Speranza”, compreso il cedro del Libano, simbolo di pace, regalato dal Ministro dell’Educazione libanese, Diad Hassan.
Il Comune di Alcamo, il Sindaco, la Giunta e l’Ufficio di Presidenza del Consiglio esprimono solidarietà al Liceo Statale “Vito Fazio Allmayer” di Alcamo, nella persona del Dirigente, e a tutte le associazioni ambientaliste che hanno dato un grande contributo, ricordando che la Scuola e il Volontariato sono due fondamentali realtà della nostra società e l’impegno espresso da entrambe deve essere tutelato, valorizzato e portato come esempio di grande valore educativo per le generazioni presenti e future.

CONDIVIDI
Commenti Facebook
Articolo precedenteSlitta il turno per l’erogazione idrica ad Alcamo
Articolo successivoPiccolo Teatro nuovi appuntamenti sempre interessanti